Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Tarragona

Se le condizioni meteo rimarranno favorevoli, il raccolto di ciliegie sara' abbondante

Nelle principali aree di produzione cerasicola, le condizioni meteo sono state buone finora, a eccezione di alcune gelate in determinate zone. A Tarragona, in Spagna, le prime ciliegie dovrebbero raggiungere il mercato intorno al 20 aprile 2021 e, se non si registreranno eventi meteo avversi, il raccolto sarà abbondante.

"Finora, il tempo è stato generalmente buono durante l'inverno, con sufficienti ore di freddo, anche durante il periodo di fioritura e di allegagione", dice David Manero, partner dell’azienda di produzione e vendita di ciliegie Cerima Cherries, di Tarragona. "Tuttavia,  le gelate del 21 marzo hanno messo a dura prova alcune delle aziende più vicine al fiume Ebro, dove le temperature sono scese fino a -3° C. Di conseguenza, la nostra produzione sarà inferiore di almeno il 10% rispetto a quella prevista quest’anno", dice Manero.

Negli ultimi giorni, le temperature sono state ottimali e si prevede che i primi frutti prenderanno un colore rossastro in circa 10 giorni. "Da quel momento in poi, sarà fondamentale che non piova troppo, perché l'eccesso di umidità potrebbe creare problemi alla qualità dei frutti", afferma il coltivatore.

Nonostante l'impatto delle gelate su alcune delle sue aziende agricole, la Cerima Cherries prevede che la sua produzione aumenterà rispetto allo scorso anno. Con circa 450 ettari di produzione propria, l'azienda raggiungerà i 5 milioni di chili nei prossimi due anni. Inoltre, sta effettuando un importante rinnovamento varietale.

"Stiamo sostituendo le varietà obsolete con quelle di nuova generazione che hanno una shelf life più lunga, un sapore che si adatta alle nuove richieste e una maggiore consistenza che consente l’esportazione anche in mercati lontani. Una delle nostre priorità è riuscire ad aprire nuovi mercati, tenendo conto che stiamo crescendo in termini di volume", afferma David Manero.

"In Europa, esportiamo principalmente verso le grandi catene di vendita al dettaglio in Germania, Paesi Bassi, Italia, Regno Unito e, sempre di più, in Spagna. Il Regno Unito è stato uno dei nostri mercati principali sin dalla nascita della Cerima Cherries. Negli ultimi 5 anni, la Brexit ci ha molto preoccupato ma, per il momento, sembra che potremo continuare a esportare nel Paese senza grandi problemi, visto che l'entrata in vigore del passaporto fitosanitario è stata posticipata al 1 gennaio 2022. Stiamo anche spedendo di più in Medio ed Estremo Oriente. Continuiamo a lavorare all'apertura del mercato cinese, anche se ora dipende dalle trattative portate avanti dalla pubblica amministrazione spagnola".

Vale la pena ricordare che la campagna delle ciliegie 2020 è iniziata solo poche settimane dopo la dichiarazione dello stato di allarme in Spagna e nella maggior parte dei Paesi europei, a causa della pandemia. "Quest'anno, fortunatamente, abbiamo meno incertezze. Ci aspettiamo una campagna migliore in tal senso, perché siamo preparati a tutto, sia sul campo che in magazzino, oltre che a livello logistico: quindi le spedizioni verso le destinazioni più lontane non ne risentiranno".

Per maggiori informazioni:
David Manero
Cerima Cherries
T: +34 977 418 346 
M: +34 696 869 388
cerima@cerimacherries.com
www.cerimacherries.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto