Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Oltre 200 navi in attesa del ripristino del transito

Continua la corsa per riaprire il Canale di Suez

Sono oltre 200 le grandi navi ferme in attesa di poter attraversare il Canale di Suez, il cui transito è ancora impedito dall'arenamento nella via d'acqua egiziana della grande portacontainer Ever Given avvenuto martedì 23 marzo. Attualmente all'ingresso sud del canale sono ferme oltre 100 grandi navi, all'ingresso nord del canale di Suez ce ne sono quasi 80 e quelle bloccate nel canale, in gran parte riunite nel Grande Lago Amaro, sono più di 20.

In condizioni di normalità il canale egiziano viene attraversato da circa 40-80 navi al giorno. Lo scorso mese di febbraio nel canale sono transitate una media di 55 navi al giorno, di cui 26 dirette verso sud e 29 navi dirette a nord.

Si è compreso che l'enorme nave non sarà mossa dai soli rimorchiatori, quindi l'armatore giapponese Shoei Kisen Kaisha ha chiamato il maggiore esperto mondiale in questo campo, la società olandese Smit Savage, che in passato ha rimosso il relitto della Costa Concordia dall'isola del Giglio e ha recuperato un sottomarino nucleare russo affondato nel 2001. Ma ciò significa che ci vorrà tempo per riaprire il canale e c'è chi parla addirittura di settimane.

Ieri hanno lavorato intorno alla portacontainer otto rimorchiatori, uno dei quali ha una capacità di traino di 160 tonnellate; al loro fianco operano alcune draghe che scavano il fondale e macchine operatrici a terra per allargare le sponde.

Qualcuno cerca anche di stimare il costo del blocco del Canale di Suez, ma non è semplice tenendo conto di tutte le variabili: il fermo di decine di navi, i danni all'infrastruttura, i danni indiretti causati del mancato arrivo delle merci e dal successivo ingolfamento dei porti, quando finalmente il canale sarà riaperto. Se il blocco durerà più giorni, le ripercussioni interesseranno buona parte dell'economia europea e già appaiono i primi segnali, con un aumento dei noli marittimi e dei carburanti. 

Fonte: Trasporto Europa / Informare 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto