Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Rispetto a Honduras e Guatemala

Gli spedizionieri si rivolgono ad altri Paesi per la fornitura di banane

Le forniture di banane dai Paesi tradizionali d’origine continuano a essere limitate.

Andy Thomas-Stivalet della Kadivac Produce stima che il 15-20% della fornitura settimanale totale per gli Stati Uniti sia andato perso a causa degli uragani, inclusi Eta e Iota, che hanno colpito la regione lo scorso novembre e che hanno causato gravi perdite in Honduras e Guatemala.

"Le tre maggiori aziende hanno ampliato il parco dei fornitori e stanno soddisfacendo la domanda, ma i loro costi sono aumentati, quindi abbiamo assistito a un grande cambiamento di prezzo nel corso dell'anno", afferma Thomas-Stivalet, aggiungendo che le forniture ora provengono anche da Costa Rica, Ecuador, Colombia e Messico. "Tutti cercano di procurarsi frutta messicana, perché la distanza rispetto al mercato è breve, e i costi logistici bassi. Stanno cercando di assicurarsi degli accordi a lungo termine per le banane biologiche e convenzionali".

Reimpianti costosi
Per quanto riguarda Honduras e Guatemala, mentre si continuano a ricevere alcune forniture, Thomas-Stivalet fa notare che il reimpianto dei raccolti in quei Paesi potrebbe richiedere almeno due anni, se non di più. "Non sono sicuro che abbiano i mezzi finanziari per ripiantare tutti i bananeti perduti, anche perché i costi del capitale sono enormi. Sono centinaia di milioni di dollari da investire nel reimpianto di queste aree e non prevedo che accadrà presto, soprattutto considerato il prezzo (molto basso) delle banane", dice Thomas-Stivalet.

Il prezzo può essere una questione controversa, per chi lavora con le banane. "Uno dei maggiori problemi che abbiamo è l'ossessione dei retailer di utilizzare le banane come prodotto di richiamo. Prima o poi le persone si renderanno conto di non poter continuare a sfruttare i produttori e i coltivatori di banane, come hanno fatto negli anni scorsi. Potrebbe diventare un tema sensibile", dice Thomas-Stivalet.

Allo stesso tempo, mentre negli Stati Uniti e in Canada il consumo pro capite di banane è elevato, il Messico potrebbe rappresentare una nuova opportunità. "In Messico, il consumo pro capite è davvero basso, quindi il mercato potrebbe vedere uno spostamento sulla domanda interna, anche se penso possa accadere a lungo termine", afferma Thomas-Stivalet. "Detto questo, la nuova amministrazione messicana si sta davvero concentrando sull'obesità infantile e sta lanciando molte campagne nutrizionali, quindi prima o poi potrebbe accadere veramente".

Domanda stabile
La domanda è stabile, al momento. "Con il Covid-19, c'è stato uno strano periodo a metà dello scorso anno, quando la domanda dei servizi di ristorazione è diminuita, ma la vendita al dettaglio ha registrato una ripresa. Il mercato si è riequilibrato", dice Thomas-Stivalet. "In estate e in autunno, la domanda è stata il 90 per cento di quella normale, ma sembra che di recente si sia stabilizzata e sia tornata alla normalità".

Il prezzo delle banane è significativamente più alto. "Stiamo vedendo prezzi di mercato spot che presentano una differenza del 50-55% rispetto allo scorso anno", dice Thomas-Stivalet. "Penso che i prezzi rimarranno alti, in futuro, e vedremo quali aree riusciranno ad aumentare la produzione. Se il prezzo rimarrà alto o salirà ancora, sarà economicamente più redditizio per i coltivatori di banane estendere le piantagioni. E la situazione non era così da un po’. Ma penso che i prezzi rimarranno a questi livelli, e molti acquirenti non hanno colto il segnale".

Per maggiori informazioni:
Andy Thomas-Stivalet
Kadivac Produce
Tel: (+52) 962-625-3303
Sales@kavidac.com 
https://www.kavidac.com/ 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto