Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Focus sul mercato mondiale di meloni e angurie

Attualmente l'offerta di meloni si sta spostando dal Brasile al Senegal. La stagione dei meloni centroamericani è iniziata troppo tardi. Normalmente i primi volumi arrivano all'inizio o alla metà di febbraio, ma quest'anno i quantitativi veri e propri arriveranno sul mercato europeo solo questa settimana. Per questo mese sono attesi anche i primi meloni siciliani. Finora la stagione di coltivazione sembra essere andata molto bene. In Cina è in produzione la provincia di Hainan, dove i volumi sono più bassi del normale, ma i prezzi sono elevati per il periodo dell'anno.

Paesi Bassi: buoni prezzi per le angurie, ma una finestra di breve durata per l'America centrale
Nonostante il fatto che le angurie stiano perdendo una buona parte delle vendite destinate al settore della ristorazione, il prezzo è su un livello elevato. Secondo un importatore olandese, "questo prodotto è stato venduto per settimane a un prezzo tra 1,30 e 1,40 euro nonostante le temperature invernali". A differenza delle angurie, secondo l'importatore il mercato dei meloni Galia, Gialletto e Cantalupo non sta andando particolarmente bene. E sarà interessante stare a vedere come si svilupperà questo mercato.

La stagione dei meloni centroamericani è iniziata troppo tardi. "Di solito riceviamo i primi volumi dopo la fiera di Berlino, ma quest'anno i volumi veri e propri arriveranno solo questa settimana. Quindi siamo in ritardo di un mese. Inoltre, le prime angurie dal Marocco arriveranno all'inizio di aprile, seguite rapidamente dal prodotto spagnolo. Sarà quindi una bella sfida vendere i meloni dell'America centrale in quattro settimane. Abbiamo bisogno di un clima favorevole per questo, soprattutto ora che la ristorazione non ha ancora ripreso l'attività".

Germania: buona domanda per le prime angurie senegalesi
Questa settimana le prime angurie senegalesi della stagione sono state vendute presso i grossisti tedeschi. Nel frattempo la stagione brasiliana sta lentamente volgendo al termine.

"Il prodotto senegalese è leggermente più caro di quello brasiliano, ma è anche molto popolare nel commercio grazie al suo elevato contenuto zuccherino - ha detto un importatore - Di conseguenza, la domanda per le prime angurie senegalesi è molto alta, anche se questo mi sorprende un po' se si considerano le basse temperature in gran parte della Germania". Sono attese per questo fine settimana anche le prime angurie nere senza semi dal Senegal.

Italia: i primi meloni siciliani arriveranno sul mercato questo mese
L'Italia è spezzata in due, in quanto al nord la crescita del melone liscio è costante, mentre al sud non lo conosce quasi nessuno e si predilige il retato. 

La stagione dei meloni in Sicilia inizia con i retati precoci in tunnel a partire dal mese di marzo e si protrae fino a giugno.  Lo stadio fenologico del Cantalupo siciliano di quest’anno è ottimale. A maggio la stagione continua con il melone Gialletto (tunnel e pieno campo) per terminare a ottobre.

Un operatore del nord d'Italia sta per iniziare l'importazione di melone da Honduras. Poi, dai primi giorni di maggio, l'import dall’estero termina e inizia la commercializzazione del melone coltivato in Sicilia. Continua poi la commercializzazione di prodotto italiano coltivato nel resto della penisola, per poi ritornare al melone siciliano in novembre.

Riguardo all’anguria, le tipologie seedless stanno aumentando sempre di più la presenza nella Gdo. E, riguardo ai calibri, le angurie mini e midi sono ormai il 50% del mercato. La mini anguria siciliana viene coltivata sia in tunne sia in pieno campo e ha una stagionalità che va da maggio a settembre, simile a quella dell’anguria standard che però viene coltivata solo in pieno campo.

Spagna: previsti volumi più bassi per i meloni in arrivo dal Senegal
La stagione dei meloni e delle angurie brasiliani sta per terminare in Spagna e questa settimana sono state immesse sul mercato le prime angurie senza semi del Senegal. I volumi dei meloni brasiliani Piel de Sapo sono stati più bassi di circa il 10% e si prevede che in questa stagione anche il Senegal avrà meno meloni disponibili.

Da metà febbraio in poi in Brasile piove molto, quindi la qualità diminuisce in questo periodo dell'anno e altre origini prendono il sopravvento sul mercato spagnolo, tra le quali il Senegal in particolare. La stagione brasiliana dei meloni è stata ragionevolmente soddisfacente per i meloni Piel de Sapo, con prezzi stabili e accettabili, grazie a volumi inferiori (-10%). Il commercio brasiliano di meloni Piel de Sapo sta diventando sempre più specializzato in quanto è sempre più dominato da aziende altamente professionali e marche prestigiose. Non tutti possono crescere in Brasile, gli investimenti e i rischi sono alti. I meloni Gialletto brasiliani sono andati ragionevolmente bene quest'anno, ma i Galia hanno riscontrato delle difficoltà a causa dei prezzi instabili. La concorrenza di altre origini centroamericane è stata bassa, a causa delle forti precipitazioni.

In Spagna sono arrivate le prime angurie dal Senegal e i primi meloni Piel de Sapo sono attesi tra una settimana. In questo Paese africano le condizioni climatiche sono state ideali per la coltivazione dei meloni, quindi la qualità dovrebbe essere eccellente. Tuttavia, i volumi saranno più bassi, poiché una delle maggiori aziende spagnole coinvolte in questa coltura ha deciso di ridurre gli investimenti a causa dell'incertezza data dalla pandemia. L'anno scorso c'erano tonnellate di meloni che sono rimaste invendute. In ogni caso, il Senegal è una buona opzione strategica per la coltivazione dei meloni per chi vuole fornire meloni Piel de Sapo tutto l'anno.

I meloni senegalesi saranno seguiti da quelli spagnoli a maggio, cominciando da quelli di Almeria. I coltivatori di Almeria sono alle prese con la piantagione di meloni e angurie. Le aziende sementiere hanno rivelato che la domanda è stata più limitata quest'anno. Il settore sta diventando più professionale e i coltivatori piantano sempre di più secondo programmi di fornitura predeterminati, alimentati dai timori scatenati dalla pandemia.

Nord America: prezzi bassi per i meloni
Attualmente sul mercato nordamericano la movimentazione di meloni è un po' incoerente.La varietà Honeydew proviene dal Messico meridionale e incontra un mercato un po' saturo. Secondo un commerciante dell'Arizona, "c'è meno prodotto al momento, ma questo non rafforza necessariamente il mercato". I prezzi dei meloni Honeydew sono bassi e sono sotto ai 10 dollari.

I meloni Cantalupo provengono principalmente da Honduras, Guatemala e Costa Rica. "All'inizio dell'inverno l'offerta è stata messa a dura prova a causa dei due uragani di novembre - sostiene il commerciante - Dato che il Messico non ricopre un ruolo determinante in termini di meloni, non c'era un'altra regione che potesse compensare". Nel complesso, il mercato è stato abbastanza forte. I prezzi sono stati su un livello elevato e gli importatori hanno lavorato duramente per assicurarsi che i dettaglianti avessero abbastanza scorte.

Le angurie provengono dalle regioni messicane di Nayarit, Jalisco, Colima e Michoacán e concorrono con altre regioni di coltivazione tra cui Honduras e Guatemala. Le angurie mini hanno registrato buone vendite e livelli di prezzo costanti. La produzione nazionale in Florida inizierà ad aprile.

Guatemala: attesi buoni volumi e prezzi elevati
In Guatemala sta cominciando la coltivazione primaverile dei meloni Honeydew e Cantalupo. Di solito ci sono due cicli di produzione, e il ciclo primaverile è il secondo. Il primo ciclo di produzione di questa stagione è stato duramente colpito dagli uragani Eta e Iota a novembre, il che si è tradotto in quasi nessun volume disponibile. Fortunatamente, il secondo ciclo appena iniziato sembra non avere problemi e i volumi dovrebbero essere buoni, con prezzi elevati a causa delle carenze all'inizio della stagione.

Honduras: da dicembre prezzi record per i meloni
L'Honduras ha avuto gli stessi problemi del Guatemala, poiché anche questo Paese è stato colpito dagli uragani. Anche in questo caso c'è stato un impatto devastante nel primo ciclo di coltivazione, ma il secondo sembra essersi ripreso completamente e inizierà a metà marzo. I meloni del Guatemala e dell'Honduras registrano prezzi record da dicembre, ma dovrebbero stabilizzarsi su livelli normali una volta che l'Honduras entrerà sul mercato a metà marzo per unirsi ai volumi del Guatemala.

Cina: i prezzi dei meloni raddoppiano rispetto all'anno scorso
In Cina, nella provicnia di Hainan, la stagione dei meloni è in pieno corso. Tuttavia, le basse temperature hanno causato un grado zuccherino più basso, quindi la dolcezza e il sapore dei meloni è generalmente inferiore a quello degli anni precedenti. L'attuale prezzo di mercato rimane su un livello elevato ed è quasi raddoppiato rispetto all'anno scorso. In primo luogo, il clima estremo del Paese ha ridotto significativamente la produzione. In secondo luogo, la crisi legata al coronavirus ha causato problemi nelle esportazioni dal Sud-est asiatico alla Cina, il che ha portato a un'ulteriore diminuzione del numero di meloni sul mercato. La carenza di meloni ha causato l'aumento dei prezzi.

Solitamente la stagione di Hainan ha due raccolti. La produzione nel primo periodo è stata estremamente bassa e il rapporto tra domanda e offerta non era equilibrato. Di conseguenza, alcuni coltivatori hanno considerato di piantare di nuovo per prolungare la campagna. L'alta stagione del melone di Hainan si sviluppa tra luglio e agosto.

I meloni in Anhui, Henan e Shandong vengono coltivati principalmente in serre di plastica, su un piccolo areale, con un breve periodo di produzione. La stagione di vendita si concentra tra marzo e maggio. Ciò permette di rifornire il mercato tra la campagna di Hainan e quella di Xinjiang. I prezzi elevati dovrebbero persistere fino ad aprile. Quando i meloni dello Xinjiang entreranno sul mercato in grandi quantità a giugno, il prezzo dovrebbe scendere bruscamente.

Australia: il settore del melone investe nella tracciabilità
Recentemente il settore australiano del melone ha investito nel rafforzamento della tracciabilità dei frutti, con un coltivatore di meloni Cantalupo dello stato di Victoria che ha completato con successo le prime fasi del programma pilota. L'azienda Dawson Melon Co, in collaborazione con FreshChain Systems, NSW DPI e il supporto in-store dei negozi specializzati in alimenti freschi, ha tracciato i meloni Cantalupo interi e affettati dal campo al consumatore. Il programma è stato progettato per dare ai clienti e ai consumatori più fiducia sia nella sicurezza che nella qualità dei suoi meloni Cantalupo, specialmente dopo un problema sanitario registrato nel 2018.

Secondo le ultime statistiche di Hort Innovation, fino a giugno 2020 erano state prodotte 190.024 tonnellate di meloni, per un valore di 152,1 milioni di dollari. Si tratta di un aumento del 5% rispetto all'anno precedente, nonostante un calo del 13% del volume. Dei quantitativi totali, 58.136 ton corrispondevano a meloni Cantalupo e Honeydew per un valore di 68,4 milioni di dollari, e 131.889 ton ad angurie, per un valore di 83,7 milioni di dollari. Si è verificato un aumento dell'1% in termini di volume delle esportazioni di meloni, che sono arrivate a 21.772 ton, mentre il valore è aumentato del 6% a 39,3 milioni di dollari.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto