Sciopero di 24 ore al porto di Genova il 5 marzo

I terminalisti genovesi aderenti a Confindustria hanno presentato una lettera di diffida e messa in mora nei confronti della compagnia portuale Culmv, anche se per ora non l'avrebbero consegnata formalmente al presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale. Un atto che ha scatenato la reazione dei delegati del porto di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, che hanno proclamato uno sciopero di 24 ore dei lavoratori portuali per il 5 marzo 2021.

I terminalisti chiedono alla Culmv un risarcimento di otto milioni di euro, sostenendo che la compagnia portuale non avrebbe diritto agli adeguamenti tariffari ricevuti dagli stessi terminalisti dal 2013. Ciò avviene in una fase delicata per la Culmv, che sta sviluppando un piano di risanamento.

Fonte: Trasporto Europa


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto