Webinar in diretta streaming il 19 febbraio 2021

Le albicocche dell'area vesuviana, eccellenze a rischio estinzione?

Oggi 19 febbraio 2021, nel pomeriggio, dalle ore 15:30 alle 18:30, si terrà il webinar "L'albicocca vesuviana: un'eccellenza a rischio estinzione?" in diretta streaming sul canale Facebook dell'associazione Primaurora, organizzatrice dell'evento. L'incontro è rivolto ai produttori e ai tecnici dell'area vesuviana, allo scopo di pensare a strategie produttive riguardanti l'intero areale e di generare una rete capillare di consumatori locali, rieducati a mangiare queste varietà, ormai quasi scomparse dai mercati.

"Le albicocche vesuviane rappresentano una tipicità del territorio campano, una vera e propria nicchia di prodotto, con una forte vocazione paesaggistica e, se ben valorizzate, possono generare reddito legato al turismo. Oggi, purtroppo, in seguito alla globalizzazione, molti ecotipi stanno via via scomparendo, poiché presentano la pecca della ridotta resistenza alla manipolazione e alla conservazione. Proprio per questo, le uniche varietà più popolari su scala nazionale sono la Pellecchiella, la Vitillo e la Ceccona, che meno presentano questo problema". E' quanto afferma la Prof.ssa Chiara Cirillo del Dipartimento di Agraria dell'Università degli studi di Napoli Federico II, la quale sarà tra i relatori dell'evento.

Clicca quì per visualizzare la locandina!

"Per anni, il germoplasma delle albicocche del Vesuvio - prosegue Cirillo - è stato usato come materiale di base nel lavoro di miglioramento genetico negli incroci con altre cultivar italiane, in funzione dell'elevata variabilità genica di queste essenze vegetali. Uno degli attuali problemi: la perdita del materiale genetico delle albicocche vesuviane; anche se sono in atto progetti di conservazione in situ".

Al webinar, tra i relatori ci sarà anche Gaetano Romano, imprenditore agricolo, il quale afferma: "L'unica varietà delle albicocche vesuviane più conosciuta su scala nazionale e internazionale è la Pellecchiella, apprezzata per l'elevato tenore zuccherino e poiché si presta bene per la realizzazione di confetture. Molti ecotipi locali sono andati persi, vuoi per i cambiamenti climatici, o per la perdita da parte degli agricoltori del materiale di base, o perché poco competitive sul mercato. Noi imprenditori abbiamo il compito di custodire queste varietà e dobbiamo invogliare chi volesse cominciare a fare agricoltura in questa zona a produrre le nostre albicocche".

All'incontro interverrà anche il Prof. Antonio Pietro Garonna del Dipartimento di Agraria dell'Università degli studi di Napoli Federico II, ponendo l'accento su quegli insetti che stanno attaccando gli albicocchi vesuviani, già danneggiati dalla Sharka.

Per i Dottori Agronomi e Forestali che parteciperanno saranno riconosciuti i crediti formativi professionali. Per maggiori informazioni, contattare l'Associazione Primaurora al 339 1480023.


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto