Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il bilancio di Royal Banane

Nonostante il coronavirus i rapporti umani non sono mancati

L'anno appena passato è stato davvero difficile: un 2020 all'insegna dell'inquietudine, dell'angoscia. Tante, troppe famiglie hanno vissuto il dramma del contagio, hanno toccato con mano la malattia causata dal coronavirus, che ancora non accenna a lasciarci, e hanno provato il dolore per la perdita di una persona cara.

"Io, che mi confronto con i team dei fornitori e clienti, ho affrontato il 2020 con fiducia e speranza anche grazie alle quotidiane conversazioni telefoniche con tutti i nostri interlocutori, che, in mesi di solitudine e distanza, mi riempivano e mi riempiono le ore" dichiara Paolo Barbato, uno dei soci di Royal Banane, azienda operante all'interno del nuovo Centro Agroalimentare di Napoli (CAAN). "Al di là di ogni aspettativa, abbiamo registrato un notevole aumento di fatturato, nel 2020, sfiorando i 15 milioni di euro".


(Foto fornita da Royal Banane)

Royal Banane, come tutte le aziende, ha dovuto adattarsi a una nuova normalità, ha dovuto riorganizzare i suoi spazi in magazzino e negli uffici. "Siamo riusciti ad adottare tutte le misure preventive previste dai tanti decreti che si sono susseguiti, e dai protocolli predisposti per rendere sicuri i luoghi di lavoro. Ciò, e il fatto di appartenere al settore agroalimentare, ci ha permesso di evitare qualsiasi sospensione dell'attività. Abbiamo lavorato tutto l'anno", aggiunge Vincenzo Barbato, altro socio aziendale.

Logistica
Dal punto di vista logistico, non si sono riscontrate eccessive difficoltà nell'approvvigionamento: i trasporti non si sono mai fermati. "Ci è capitato, ma forse una sola volta e durante i mesi più duri della pandemia, di non riuscire a caricare ananas presso un magazzino in Lombardia, perché pochi camion raggiungevano la regione, soprattutto nel caso in cui si trattasse di pochi pallet", sottolineano i fratelli Barbato.


(Foto fornita da Royal Banane)

Richiesta di frutta esotica influenzata dalla chiusura Horeca
"L'epidemia da coronavirus ha avuto ripercussioni negative e tanto decisive sull'economia: ha colpito duramente particolari settori che non hanno ancora ripreso le loro attività. Forse stanno per ritornare operativi, ma si trovano davanti troppe difficoltà. Il settore alberghiero, quello della ristorazione, compresi i bar, sono stati fermi per vari mesi e non hanno mai ripreso a pieno regime: ciò ha inciso notevolmente sulla domanda della frutta esotica", continua Paolo Barbato.

"C'è stato un calo nella vendita di lime, passion fruit, papaya, mango, e non solo, anche melagrane. Nei periodi più duri, i mesi del lockdown, abbiamo assistito a una maggiore richiesta di arance. Abbiamo offerto il prodotto proveniente da Egitto, Sudafrica, Zimbabwe e Spagna".


(Foto fornite da Royal Banane)

Banane
Nonostante la chiusura delle scuole, non si sono registrate flessioni nella domanda di banane. "Tante banane arrivano sui banchi di scuola e ciò che non è stato possibile distribuire negli istituti è stato destinato alla vendita al mercato", spiega Vincenzo Barbato. "Nelle ultime settimane, stiamo assistendo a un trend di prezzi in crescita per questo articolo, che interessa vari marchi e varie provenienze, dovuto a una produzione ridotta".

Crescita e prospettive future
Negli ultimi due anni, Royal Banane è cresciuta tantissimo: uno sviluppo tanto rapido, quanto inaspettato. "Fin dalla sua nascita abbiamo provato a non limitarci alla nostra Regione, ovvero la Campania, ma ci riuscivamo con discontinuità. Nel 2020 abbiamo instaurato relazioni commerciali importanti e proficue con aziende della Puglia e della Sicilia; contestualmente abbiamo rafforzato i rapporti commerciali già esistenti e ne abbiamo creati altri in Campania", racconta Paolo Barbato.

Royal Banane, forte dell'esperienza del papà di Vincenzo e Paolo, due dei tre soci della Royal, oltre alla sorella Angela, ha come punto di forza la maturazione di banane.


(Foto fornita da Royal Banane)

"Le banane ancora verdi arrivano dai porti italiani al nostro magazzino sito in Volla, all'interno del CAAN, dove vengono destinate alla maturazione in impianti all'avanguardia", spiega Vincenzo Barbato. "La qualità delle banane maturate da Royal è da sempre molto apprezzata. Nell'ultimo periodo stiamo ricevendo numerose richieste per la fornitura del servizio maturazione. I marchi che distinguono gli articoli che maggiormente distribuiamo sono: Del Monte, F.lli Orsero, Zespri e Chiquita".

Nell'ultimo anno, l'azienda ha consolidato una collaborazione con la Del Monte, senza trascurare quella con Orsero e Chiquita. I prodotti a marchio Del Monte riscuotono molto successo: banane, kaki dalla Spagna, ananas Honey Glow che, con la sua inedita dolcezza, è stata una delizia anche durante lo scorso Natale. Poi kiwi green dalla Grecia, ma anche i particolarissimi kiwi red. "A breve arriveranno anche pere e pesche sciroppate a marchio Del Monte".


(Foto fornita da Royal Banane)

Royal Banane confida in un 2021 più sereno per tutti. "Speriamo di poter consolidare quanto costruito negli ultimi mesi, senza perdere gli straordinari partner commerciali con cui stiamo collaborando. Puntiamo, inoltre, a riuscire con la tenacia, la fiducia, la dedizione e la passione che ci contraddistinguono, a non deludere le aspettative, a non abbandonare le nostre più autentiche aspirazioni, a non trascurare i progetti a cui stiamo lavorando e che ci stanno tanto a cuore, quali ad esempio i nuovi impianti di stoccaggio e di maturazione", concludono i fratelli Barbato.

Contatti
Royal Banane Srl
Centro Agroalimentare di Napoli-CAAN
Via Palazziello, Loc. Lufrano - Volla (NA)
Cell.: +39 334 9693618 / +39 339 7581004
Tel.: +39 081 5777717/ +39 081 19042000
Email: amministrazione@royalbanane.com
LinkedIn: royal-banane-srl


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto