Avvisi



















Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Diego Moeykens, Indiana Import

Rapidi cambiamenti in atto nell'industria dell'uva da tavola interessano tutte le aree di produzione

Presso la ditta francese Indiana Import, la stagione d’importazione dell'uva da tavola inizia di solito con i prodotti peruviani intorno alla metà novembre, e dura fino alla fine di aprile.

"Quest'anno, il passaggio tra le stagioni italiana e spagnola e l’uva d’importazione è stato più fluido e senza troppi ostacoli", riferisce Diego Moeykens, direttore di Indiana Import. "C'era già una minore disponibilità di prodotti spagnoli e italiani. Inoltre, alcuni produttori europei si sono rivolti al mercato di nicchia, alla ricerca di nuove varietà senza semi. E' infatti la prima volta che iniziamo la stagione con le varietà italiane, che sono più costose e intercettano un segmento premium. E' di tutta evidenza, in ogni caso, che l'industria dell'uva da tavola sta cambiando rapidamente, in tutte le aree di produzione".

Produzione sudafricana influenzata dal meteo
Due grandi Paesi si dividono la prima parte della stagione delle uve da tavola controstagionali. "Si tratta di Perù e Sudafrica. In Perù  la stagione è iniziata con leggero anticipo, quest'anno. In Sudafrica, invece, la stagione è stata ritardata di due settimane a causa delle basse temperature. Inoltre, le tempeste e le piogge cadute sui vitigni a fine dicembre hanno fortemente influenzato la qualità e la resa della produzione sudafricana".

Un mercato europeo equilibrato
Nonostante l'attuale contesto economico derivante dalla crisi pandemica, la domanda in Europa è soddisfacente. La carenza di prodotti disponibili crea un mercato equilibrato. "Pensiamo che durerà ancora per qualche settimana. I prezzi all'inizio dell'anno sono stati leggermente inferiori, rispetto al 2020. Tuttavia credo che, in media, ci ritroveremo nella stessa fascia di prezzo dell'anno scorso. Bisognerà però attendere l'inizio della stagione delle uve da tavola verdi provenienti dall'India e dei volumi disponibili, per sapere come l'arrivo della merce influenzerà il mercato. Detto questo, quella verde non è un'uva da tavola competitiva in tutti i settori e per tutti i clienti. I clienti generalmente cercano un'uva da tavola verde con un colore chiaro, calibri grandi e buoni livelli di zucchero. E, al momento, poche varietà soddisfano tutti e tre i criteri. Siamo orgogliosi di poter fornire la varietà Timpson ai nostri clienti, forse la migliore attualmente disponibile".

Differenti reazioni dei consumatori tra il primo e il secondo lockdown
Dopo la prima ondata di Covid-19, Indiana Import ha affrontato l’avvio di stagione con qualche preoccupazione, ma sembra che ora stia andando molto bene. "Durante il primo lockdown, l'uva da tavola rossa non si è venduta. Ma nel corso di questa seconda ondata di Covid-19, le preferenze dei consumatori sono cambiate, e le loro reazioni sono diverse rispetto alla prima ondata. Possiamo dire che il consumo è soddisfacente, vista l'attuale situazione economica. Siamo persino sorpresi di vedere quanto sia forte l'attuale richiesta di uve da tavola rosse senza semi e della varietà Red Globe. E' piuttosto raro che le vendite siano fluide per tutte le varietà contemporaneamente".

Per maggiori informazioni:
Diego Moeykens
Indiana Import
Perpignan - France
contact@indiana-import.com 


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto