Avvisi



















Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Primi problemi per l'autotrasporto dopo la Brexit

Anche se nei primi giorni del 2021 in cui è entrata concretamente in vigore l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea non si sono registrati ingordi sulle due coste della Manica, sono comunque emersi i primi problemi per gli autotrasportatori. Li ha rilevati l'associazione britannica dell'autotrasporto Road Haulage Association, che in una nota diffusa l'8 gennaio ha evidenziato cinque punti critici importanti, proponendo anche una soluzione.

Ricordiamo che i veicoli industriali diretti in Francia quando sbarcano a Calais hanno due corsie: quella definita "verde" dove sono indirizzati i camion completamente in regola con le procedure di frontiera e che quindi una volta sbarcati a Calais potranno procedere senza interruzioni e quella "arancione" dove sono previsti ulteriori controlli, con conseguenti ritardi.

Il primo problema riguarda i veicoli che nella dichiarazione di partenza della Common Transit Convention hanno in bianco la casella 51 (Ufficio di transito verso UE), cosa che comporta la deviazione del veicoli nella corsia arancione allo sbarco. Qua l'unica soluzione è compilare questa casella inserendo il corretto ufficio di transito.

Clicca qui per leggere di più.

Fonte: Trasporto Europa


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto