Bulgaria: un raccolto record di pere

Nella stagione 2019/20 il raccolto complessivo di mele e uva era diminuito del 7%, in Bulgaria. Il raccolto di mele aveva registrato un 13% in meno rispetto alla stagione 2018/19. Il calo delle rese era stato dovuto alle condizioni climatiche sfavorevoli.

Diversamente, il raccolto di pere ha raggiunto un volume record. Le pere sono state raccolte su una superficie più ampia e anche le rese sono state più elevate. Il raccolto di uva del 2020/21 è rimasto stabile rispetto alla precedente stagione di raccolta.

Nella prima parte della stagione 2019/20 la domanda elevata ha guidato le importazioni. Tuttavia, dopo marzo 2020 le misure anti-Covid-19 hanno portato a una drastica riduzione della domanda e a importazioni più basse. Il consumo di frutta fresca è diminuito, al contrario della domanda per prodotti trasformati che sono più facili da conservare.

Ciò ha portato a livelli record nella trasformazione di mele e pere. La quantità di prodotti ortofrutticoli freschi consumata in Bulgaria dovrebbe aumentare di nuovo nel 2020/21, sempre se la pandemia di coronavirus finirà nel 2021.

Pere
Rispetto all'anno prima, le rese di raccolto per le pere bulgare sono aumentate del 62% nel 2019/20. La superficie raccolta è aumentata del 22% e la resa media è cresciuta del 32%.

La maggior parte delle pere raccolte provengono dalla zona sud-occidentale del paese. Nel 2019, tale superficie rappresentava il 32% della superficie totale coltivata a pere e il 42% della resa. La coltivazione biologica delle pere ha rappresentato il 9% circa della produzione complessiva nel 2018.

Nella stagione 2020/21 la situazione è persino migliorata per i coltivatori di pere. Ai primi di novembre, un rapporto del Ministero bulgaro all'agricoltura indica che la superficie di raccolta e la resa sono aumentate, rispettivamente, del 27% e 10%. Ciò è risultato in una resa del 40% più alta. Il volume di pere stimato per il 2020/21 è di 5.500 ton.

In Bulgaria, è aumentato anche il consumo di pere. Annualmente, i bulgari ora consumano 1 kg di pere pro capite. La domanda di succo di pera fresco è più che triplicata rispetto al 2018/19. Inoltre, le importazioni di pere sono aumentate del 14% nel 2019/20.

L'import è arrivato principalmente da Grecia e Turchia, grazie alla buona domanda interna. Si stima che le importazioni resteranno stabili nel 2020/21. Potrebbero aumentare un po' per soddisfare la crescente domanda locale.

Fonte: USDA


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto