L'Uzbekistan esporta frutta e verdura verso 80 Paesi

Nel 2020, il volume di produzione di frutta e verdura supererà i 20 milioni di tonnellate, in Uzbekistan, secondo i dati forniti dall'ambasciata uzbeka in Italia. Il terreno uzbeko è adatto alla coltivazione di oltre 350 tipi di frutta e verdura, noci e fagioli, erbe aromatiche e meloni, il cui raccolto è stato di 19,2 milioni di ton nel 2019.

L'ambasciata della Repubblica dell'Uzbekistan in Italia ha affermato che è stato creato un Ente per la promozione delle esportazioni per supportare i produttori locali nell'accesso ai mercati esteri. Il budget statale rimborsa fino al 50% dei costi di trasporto dei produttori.

L'Uzbekistan esporta 180 tipi di prodotti agricoli verso 80 paesi in tutto il mondo. I cinque paesi principali che importano frutta e verdura uzbeka sono: Russia, Cina, Kazakistan, Kirghizistan e Afghanistan. Oggigiorno, gli esportatori dell'Uzbekistan stanno incrementando il volume delle forniture in Corea del Sud, Paesi baltici, paesi del Golfo Persico ed Europa, in particolare Polonia, Francia e Regno Unito. L'Uzbekistan esporta anche diversi frutti essiccati e noci in Italia.

Al momento si sta implementando l'assortimento di progetti nel settore agricolo dell'Uzbekistan con la partecipazione della Banca Mondiale (659,3 milioni di dollari), il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (FIDA, 153,5 milioni di dollari) e l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO, 8,69 milioni di dollari).

Fonte: east-fruit.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto