La testimonianza di Byron Machuca della White Lion Foods

Volumi inferiori ma domanda e prezzi alti per l'aglio peruviano

La stagione dell'aglio peruviano è iniziata a ottobre e dovrebbe durare fino alla metà di gennaio. Sebbene sia cominciata regolarmente, i volumi complessivi dovrebbero essere inferiori rispetto allo scorso anno. Il mercato registra una buona domanda e prezzi elevati.

Volumi inferiori ma di buona qualità
All'inizio del 2020, quando la pandemia ha colpito soprattutto la Cina, il prezzo delle sementi di aglio era alto, secondo Byron Machuca della società White Lion Foods.

"Nei primi mesi della pandemia, quando la Cina è entrata in lockdown, il prezzo dell'aglio è salito alle stelle in tutto il mondo. Questo si è tradotto in sementi molto costose, quindi in Perù sono stati piantati volumi complessivamente inferiori di aglio. Stimiamo pertanto una produzione inferiore di circa il 20%, rispetto agli anni precedenti".

Sebbene i volumi siano inferiori, secondo Machuca la qualità generale e i calibri dell'aglio in questa stagione sembrano soddisfacecenti. "Abbiamo avuto un clima più freddo del solito che ha contribuito a sviluppare un colore acceso per l'aglio viola e rosso, che è ciò che il mercato richiede".

Domanda elevata e prezzi buoni
I principali mercati di esportazione per l'aglio rosso e viola della White Lion sono Canada, Messico, Australia ed Europa. "Quest'anno la Spagna ha avuto un raccolto scarso, rispetto agli anni precedenti, e ciò ha aumentato la domanda sui mercati europei, dove la Spagna distribuisce solitamente il proprio aglio. Questo è stato un bene per noi, perché di solito siamo concorrenziali alla Spagna con l'aglio rosso e viola. La domanda complessiva è molto alta, anche a causa della pandemia. Molti Paesi dove esportiamo sono consapevoli dei benefici salutari dell'aglio e lo utilizzano anche nei rimedi casalinghi, il che ha contribuito ad aumentarne la richiesta", dice Machuca.

Oltre all'elevata domanda, il mercato dell'aglio registra anche prezzi elevati. "Le quotazioni sono molto simili a quelli del 2016, un anno in cui la Cina ha avuto un cattivo raccolto che ha fatto aumentare in generale i prezzi", sottolinea Machuca. "Quest'anno la Cina ha un buon raccolto, ma la combinazione fra bassi volumi spagnoli e aumento complessivo della domanda, a causa della pandemia, ha generato una richiesta elevata che ha portato a quotazioni elevate".

L'aglio Purple Fire della White Lion Food
Una delle varietà di aglio coltivate dalla White Lion Foods è la Purple Fire. Relativamente nuova, dal colore viola brillante perché coltivata ad alta quota, sugli altopiani peruviani. "Abbiamo trovato il terreno per nuovi campi di questa varietà, quindi quest'anno stiamo integrando la piantagione. Siamo molto orgogliosi di quest'aglio e stiamo lavorando per espandere i nostri mercati", spiega Machuca.

La White Lion Foods ha anche rilasciato un nuovo logo e marchio per l'aglio Purple Fire. "Attualmente spediamo questa varietà soprattutto in Australia, ma prevediamo di spedirla anche in Canada quest'anno - conclude Machuca - Il nostro obiettivo principale è far crescere il marchio e l'origine peruviana dell'aglio in tutto il mondo".

Per maggiori informazioni
Byron Machuca
White Lion Foods
Tel: +51 987 393 772
Email: byron@whitelionfoods.com  
Web: www.whitelionfoods.com


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto