Avvisi

La clessidra







Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Le navi refrigerate specializzate sono state fondamentali nella scorsa stagione degli agrumi sudafricani

"Nella scorsa stagione, la Reefer Alliance ha servito l’industria agrumicola sudafricana con grande successo", afferma Charles Gantz, amministratore delegato della Anlin Shipping e rappresentante sudafricano della Reefer Alliance e Seatrade.

La loro attività è cresciuta del 40% nell'Ue, mentre le esportazioni in Russia sono aumentate del 25%. Gantz fa notare che vorrebbero verificare la possibilità di un servizio più regolare verso il Regno Unito, insieme alla rotta che gestiscono attualmente, Lisbona-Rotterdam-San Pietroburgo.

Lo scorso anno, la loro attività è raddoppiata in Sudafrica e negli Stati Uniti. Seatrade ha spedito il 65% degli agrumi del Sudafrica negli Stati Uniti: dodici navi contenenti 49.500 pallet, e non un solo problema riscontrato.

Cargo reefer mv Emerald rimorchiato nel porto di Città del Capo

Egli associa in parte la loro crescita alle inefficienze verificatesi la scorsa stagione presso il terminal container di Città del Capo. L’attracco al terminal privato FPT, dove caricano le loro navi convenzionali, ha evitato i problemi del terminal container di Città del Capo.

Nell'ultima stagione, sono stati in grado di rispettare il programma, decisamente meglio di molte altre compagnie di navigazione. A parte la modalità di carico refrigerata specializzata, il fatto che gestiscano la circolazione dei propri container costituisce un enorme vantaggio.

Disponibilità di container e Covid-19
"Non sono certo al 100% di quali siano le nuove sfide ci attendono nella prossima stagione, ma non sono convinto che il porto di Città del Capo abbia superato i suoi problemi. La nuova ondata di Covid-19 potrebbe riservare altre brutte sorprese".

Charles continua dicendo che i produttori di uva da tavola, guardando alla passata stagione degli agrumi e alle sue difficoltà, si saranno chiesti se la situazione nei terminal container rimarrà la stessa.

"Con il timore che possa accadere di nuovo, voglio pensare che ci saranno alcuni produttori ed esportatori che punteranno su più opzioni".

"Da quanto si legge nei report, sembra che i container stiano diventando un problema in Estremo Oriente. Consiglierei agli esportatori di uva da tavola e drupacee di tenere d'occhio le scorte di container e i terminal di carico".

Foto fornite da Anlin Shipping

La loro location all'interno della Table Bay è meno esposta al famigerato vento da sud-est che, a un certo punto di quasi ogni stagione, crea problemi ai carichi di uva da tavola al terminal container.

Per gran parte di quest'anno, sono stati pochi i contatti personali con i clienti, ma ciò rimane una parte vitale della loro attività; per questo Charles, da metà settembre, è in viaggio per visitare esportatori e agrumicoltori del Capo Orientale e Occidentale. Egli dice che i loro clienti sono soddisfatti e che continuerà nella stessa direzione anche il prossimo anno.

In questa stagione, hanno anche spedito in Russia alcuni avocado in container, non molti, ma non c'è motivo per non spedirli anche sul mercato Ue, dice Charles.

"In questa stagione, gli esportatori di mele e pere hanno testato la spedizione di merci sfuse, e lo faremo di nuovo la prossima stagione".

Per maggiori informazioni:
Charles Gantz
Anlin Shipping
Tel: +27 21 914 3979
Email: charles@anlin.co.za

https://www.anlin.co.za/


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto