"Dal 2020 la nostra capacita' di produzione e' salita a 1 milione di pezzi al giorno"

Aumento nella domanda di imballaggi in PET

La domanda di imballaggi clamshell in PET ha mostrato un aumento, negli ultimi mesi. La ragione è in parte dovuta alla pandemia di coronavirus, dal momento che i consumatori danno la preferenza a contenitori igienici per evitare che la merce venga toccata da diverse persone. Un produttore di imballaggi ha incrementato la sua produzione e ora produce 1 milione di pezzi al giorno.

Il produttore di imballaggi indiano Santosh Packaging ha registrato una crescita a ritmo sostenuto. Secondo Suhas Sethiya, direttore della società, i loro imballaggi sono adatti a un'ampia varietà di prodotti. "Santosh Packaging è una società che si dedica alla fabbricazione di soluzioni d'imballaggio per i coltivatori di prodotti ortofrutticoli. Produciamo contenitori clamshell in PET per uve, drupacee, more, mirtilli, ciliegie, susine, albicocche, fragole e molti prodotti. Estrudiamo fogli multistrato nel nostro stabilimento. Il materiale utilizzato per i nostri imballaggi consiste in polietilene tereftalato (PET) riciclato al 100%".

Nel 2020, Santosh Packaging ha investito in nuovi macchinari per incrementare la sua capacità di produzione. Sethiya afferma che ora possono imballare un milione di pezzi al giorno. "Abbiamo cominciato con una capacità giornaliera di 300mila pezzi al giorno. Dal 2016 abbiamo raggiunto una capacità di 500mila pezzi al giorno. Da quest'anno, la nostra capacità è arrivata a 1 milione di pezzi al giorno! In India siamo la società con la capacità più grande e abbiamo una vasta rete per fornire l'80% degli esportatori di uve. Stiamo cercando di ampliarci persino ulteriormente e diventare una soluzione one stop per gli imballaggi clamshell in India, con il motto ‘Il tuo prodotto. In nostro imballaggio!’"

"L'incremento della capacità è stato raggiunto sulla base di due principi, ovvero qualità e quantità. Per assicurare la qualità utilizziamo macchinari d'importazione, di produzione austriaca e tedesca, che sono i migliori al mondo. Per quanto riguarda la quantità, abbiamo cominciato con una sola macchina per poi salire a due e, dopo il nostro ultimo investimento, siamo arrivati a quattro macchine - spiega Sethiya - Riforniamo di imballaggi gli esportatori indiani. Esportiamo i contenitori anche negli Stati Uniti, in Egitto e in Sudafrica. Il nostro impianto è certificato BRC e abbiamo anche le certificazioni UE e FDA per i nostri prodotti".

Sebbene il coronavirus abbia portato con sé molte sfide, la domanda di imballaggi in PET è aumentata e ciò è stato positivo per Santosh. "Attualmente, l'India sta notando un cambiamento delle preferenze verso i prodotti imballati in contenitori igienici. Questa tendenza è stata rafforzata dalla pandemia di Covid-19. I consumatori preferiscono contenitori che permettono di preservare il prodotto dai contatti multipli; a questo scopo, il sistema a chiusura risulta il più valido. La pandemia ha avuto dunque un effetto positivo, per noi - conclude Sethiya - Il mercato ha cominciato a richiedere prodotti confezionati in clamshell e altri pack".

Per maggiori informazioni:
Sanket Sethiya
Santosh Packaging
Tel: +91 880 604 5151
Email: sanket@santoshpackaging.com  
Web: www.santoshpackaging.com  


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto