Andamento positivo per il mercato dei pomodori a ottobre

Nonostante il mercato dei pomodori abbia sperimentato un'estate difficile, questo autunno i prezzi sono cominciati ad aumentare. Ciò ha prodotto quotazioni al di sopra della media, a ottobre, con un picco medio di 0,97 euro al kg per i pomodori dei Paesi Bassi. Si tratta di un prezzo persino più elevato del massimo registrato negli ultimi cinque anni.

Ciò significa che la notevole stagione dei pomodori terminerà positivamente, almeno per quanto riguarda la coltivazione sotto luce artificiale.

Tuttavia, è importante differenziare i vari segmenti dei pomodori e, in alcuni casi, la stagione è ancora ‘cupa’, soprattutto per i pomodori sfusi che, in quanto destinati al settore alberghiero, hanno subito l'impatto maggiore. I pomodori a grappolo sono andati un po' meglio.


Clicca qui per ingrandire l'immagine

Osservando i dati relativi al mercato europeo e raccolti nel dashboard relativo ai pomodori della Commissione Europea possiamo notare che fino alla settimana 43 c'è stato un prezzo medio di 1,07 euro al kg, un valore più alto a ottobre rispetto alla media quinquennale di 0,92 euro al kg. Ci stiamo persino avvicinando al massimo quinquennale di 1,16 euro al kg.


Clicca qui per un ingrandimento

I Paesi Bassi riescono a superare tale massimo quinquennale. In media, in questi ultimi cinque anni, non è stato corrisposto un prezzo più alto di 0,91 euro al kg. Quest'anno, è di 0,97 euro al kg.

Tuttavia, vale la pena notare che questo autunno le produzioni sono state più basse a causa delle alte temperature che hanno influenzato l'allegagione (un fenomeno che non è stato percepito solo nei Paesi Bassi).


Clicca qui per ingrandire l'immagine

I dati mostrano anche che, in un mercato con margini tradizionalmente ristretti, da luglio in poi il prezzo medio nei Paesi Bassi è aumentato oltre la media quinquennale. A settembre si è raggiunto il livello di quotazione del 2019, ma in quell'anno i prezzi sono diminuiti a ottobre, mentre quest'anno stanno raggiungendo livelli record.

In Europa meridionale non si raggiungono livelli record, ma comunque si registrano prezzi medi elevati. In Spagna la differenza è di 0,04 euro al kg e, con 0,98 euro al kg  viene praticamente eguagliato il record sugli ultimi cinque anni di 1,02 euro al kg. 


Clicca qui per ingrandire l'immagine

Al contrario di quanto succede nei Paesi Bassi, da luglio il prezzo medio al di fuori dell'alta stagione è stato al di sotto della media quinquennale. I buoni prezzi avuti a ottobre, all'inizio della stagione, cambiano questo dato. In Spagna, la superficie coltivata a pomodori ha subito ancora una volta una riduzione.


Clicca qui per ingrandire l'immagine

In Italia il record dei cinque anni è stato fuori portata fin da luglio. In un anno record, il prezzo medio si è avvicinato a 2 euro al kg verso novembre e dicembre. Una cosa impensabile, al momento. Tuttavia, per la prima volta da maggio il prezzo medio risulta essere al di sopra della media, con 1,13 euro al kg.

In Italia, per esempio, il virus ToBRFV sta causando gravi problemi ai produttori e sta portando a perdite nei raccolti. Anche altri virus e le condizioni climatiche hanno concorso alle perdite produttive che, a volte, sono state nell'ordine del 40-50%, cosa che ha fatto sì che la domanda non potesse essere soddisfatta ovunque.

La Francia è il quarto e ultimo paese di cui la Commissione Europea rivela i dati nel dashboard. La Francia presenta una produzione domestica relativamente limitata, rispetto ai tre paesi di cui si è già parlato, mentre il mercato è caratterizzato da prezzi più alti della media per un chilogrammo di prodotto.


Clicca qui per un ingrandimento

Con 1,29 euro al kg, a ottobre il prezzo medio per il 2020 si discosta dalla media quinquennale, dopo che la media per il 2020 ad agosto è scesa leggermente al di sotto della soglia.

Previsto un andamento migliore per i pomodori a grappolo rispetto ai pomodori sfusi nella parte restante dell'anno
Per quest'ultimo mese e mezzo prima della fine dell'anno le aspettative sono buone, con prospettive migliori, come abbiamo visto, per i pomodori a grappolo rispetto a quelli sfusi. C'è molta incertezza sul mercato per via della pandemia e, in misura minore, a causa della Brexit, soprattutto per il settore alberghiero.

Nei Paesi Bassi, la produzione da coltivazione illuminata comincerà cinque settimane più tardi e ciò significa che le importazioni sono di meno e che c'è anche una sovrapposizione minore con la coltivazione non illuminata. I primi pomodori verranno raccolti a partire da questa settimana. I pomodori a grappolo dovrebbero ricevere prezzi buoni, al contrario di quelli sfusi. Quest'ultimo gruppo proviene soprattutto dalle zone meridionali, dove la superficie coltivata è diminuita in Spagna, mentre il Marocco sta diventando sempre di più un importante concorrente sul mercato.


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto