Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Bene invece finocchi e carciofi

Il clima caldo di questi giorni preoccupa il segmento delle brassiche

"L'attuale andamento climatico mite sta provocando dei danni alle coltivazioni di brassiche. Le temperature sono sopra la media stagionale: nelle ore diurne si superano tranquillamente i 20°C, con minime di 10°C invece nella notte. Valori termici, questi, che si discostano molto dai 4-12°C ideali per la produzione di cavoli e broccoli". A spiegarlo dal Nord della Puglia è Tarcisio Fiermonte, un agrotecnico che segue molte aziende agricole della Capitanata.

"Da circa una settimana, a destare particolare preoccupazione è la mosca bianca del cavolfiore, la quale sta distruggendo diversi campi della zona. Un patogeno molto difficile da debellare, capace di devitalizzare la pianta in poco tempo. Insieme agli agricoltori, si stanno provando a mettere in atto interventi mirati per salvare le superfici non ancora colpite. Seppur meno presenti, altre problematiche simili sono la batteriosi, la botrite e l'alternaria. Inoltre, per il troppo caldo, i primi raccolti di broccolo delle varietà precoci hanno visto molto prodotto non conforme alla vendita per il consumo fresco. Si è verificata, infatti, una significativa deformazione del corimbo, oltre alla diffusione di insetti che non sono stati facilmente eliminati".

"Preoccupante è anche la carenza idrica. Sono più di due settimane che non piove. In questo periodo si sta irrigando come se fosse fine estate, il che fa aumentare i costi di produzione per le aziende. Le vendite comunque non mancano, ma con queste giornate calde e soleggiate l'offerta disponibile tende ad aumentare, a fronte di una flessione dei prezzi di vendita".

"Diverso è invece il discorso per i carciofi: la campagna è partita in ritardo e i volumi disponibili rispetto allo stesso periodo degli altri anni sono limitati. Gli agricoltori, malgrado la scarsa produzione, non sembrano lamentarsi, poiché le quotazioni sono comunque soddisfacenti. Per i finocchi, invece, non si registra nessuna problematica. Il prodotto non manca e anche la qualità è molto alta".


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto