Avvisi













Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Frutta fresca raccolta da robot israeliani

Gli esperti dell'industria israeliana stimano che, nel mondo, circa il 10 per cento dei raccolti di frutta marcisca sugli alberi e vada sprecato, perché non c’è abbastanza manodopera per raccogliere tutto il prodotto. Questo è il motivo per cui un melicoltore nel nord di Israele, sta testando un sistema robotico per la raccolta della frutta. Il sistema è stato sviluppato dalla Tevel Aerobotics Technologies, una startup locale fondata da veterani dell'industria aerospaziale ed elettronica di Israele.


Foto: Tevel

La Tevel ha sviluppato una piattaforma a guida autonoma, con diversi robot collegati che si alzano in volo come dei droni e raccolgono i frutti dagli alberi. L'analisi visiva istantanea degli alberi, basata sull'intelligenza artificiale, consente ai robot di raccogliere solo i frutti maturi. Mentre i robot lavorano, il sistema aggiorna costantemente gli agricoltori tramite un'app per cellulare su quanti chili di frutta sono stati raccolti e su quanto tempo ci vorrà per completare il lavoro.

"Questa soluzione risolve la carenza di manodopera agricola", ha detto Yaniv Maor, fondatore e amministratore delegato della Tevel, con sede a Gedera, nel centro di Israele. "Ma il vantaggio principale è semplicemente che può essere utilizzata quando non ci sono persone per svolgere questi lavori".

I robot volanti sono più precisi e lavorano più ore delle persone. Possono anche svolgere altre attività, come il diradamento e la potatura degli alberi, riducendo i costi di produzione della frutta di circa il 30%.

La soluzione della Tevel è ancora in fase di sperimentazione, ma l'azienda prevede di introdurla presto in un mercato globale. Si stima che il settore della robotica agricola, per un valore di circa 4,6 miliardi di dollari, cresca di oltre il 30% ogni anno, poiché gli agricoltori cercano di risolvere, mediante la tecnologia, la carenza di manodopera e i costi della raccolta.

La pandemia di Covid-19, che ha aggravato la carenza di personale nei campi, con i Paesi che chiudono i confini e bloccano o limitano il rilascio di visti e permessi di lavoro, ha ulteriormente aumentato l'interesse nella raccolta robotica. Inoltre, sono stati segnalati diversi focolai di Covid-19 tra i lavoratori agricoli stagionali negli Stati Uniti, in Europa e altrove.

Fonte: timesofisrael.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto