José Antonio Alconchel, di Alcoaxarquía

I primi avocado Hass spagnoli arrivano in un mercato stagnante

La vendita dei primi avocado Hass spagnoli è iniziata da pochi giorni, anche se i volumi sono ancora limitati e non ci sarà un'offerta stabile fino alla prossima settimana.

La campagna dell'avocado è iniziata circa un mese fa con la varietà Bacon che, nelle prime settimane, ha registrato buone vendite. Ora le richieste sono stagnanti e c'è una crescente incertezza perché la pandemia continua a diffondersi in tutto il mondo e le misure di contenimento stanno diventando più rigide in ogni Paese e regione.

"I primi 20 giorni della campagna di avocado Bacon dalla buccia liscia sono andati molto bene, con una richiesta elevata e prezzi senza precedenti. Tuttavia, a partire dal 20 ottobre, le vendite hanno avuto un calo fino a fermarsi quasi del tutto. Al momento, non c'è quasi nessuna richiesta di avocado", afferma José Antonio Alconchel, direttore di Alcoaxarquía, che, oltre ad avocado e mango biologici, produce e commercializza anche clementine e arance biologiche. "Abbiamo registrato un calo pure nelle vendite di agrumi, ma non sono stagnanti come nel caso degli avocado", afferma Alconchel.

Per il direttore di questa azienda, con sede a Malaga e una filiale in Perù, la causa dell'attuale situazione sul mercato è dovuta alla seconda ondata della pandemia di coronavirus.

"Credo che l'impatto di questa crisi sanitaria si stia già facendo sentire nelle tasche dei consumatori. Molte persone stanno perdendo il lavoro o vivono un periodo di grande incertezza. Il fatturato è calato di oltre il 40% negli ultimi 10 giorni. Non so per quanto tempo dureranno i lockdown e se seguiranno misure più severe, ma questa volta il consumo potrebbe essere molto diverso da quello di marzo e aprile", dice Alconchel. "Alcuni prevedono che la situazione a novembre potrebbe essere anche peggiore di quella della prima ondata. L'attività in questi mesi invernali sarà molto diversa da quella degli ultimi 20 anni".

Quest'anno, i volumi di avocado dovrebbero essere inferiori di circa il 10% a Malaga, la principale area di produzione spagnola di questo frutto subtropicale, anche se ciò potrebbe essere compensato dall'entrata in produzione di nuove piantagioni in altre aree di produzione come Granada, Cadice, Valencia, Huelva o addirittura in Portogallo, secondo José Antonio Alconchel.

“La qualità finora è stata migliore rispetto allo scorso anno, quando il frutto evidenziava molti problemi alla buccia, dovuti all'attrito dei rami causato dal forte vento. Nella passata stagione, quindi, abbiamo dovuto destinare molta frutta all'industria della trasformazione, mentre quest'anno ci sarà un maggior utilizzo fresco della frutta".


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto