Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Modifiche ai programmi di raccolta in base alle attuali condizioni meteo

In alcune regioni della Turchia, il meteo ha reso più difficile la raccolta dei frutti di melograno. La stagione è già iniziata, con circa due settimane di ritardo rispetto al normale, ma la raccolta è stata più impegnativa a causa delle piogge. Tuttavia, i volumi e la qualità sembrano essere a un livello soddisfacente, quindi un’azienda d’esportazione, la Hatipoglu Tarim, prevede una buona stagione.

L'inizio della raccolta delle melagrane in Turchia cambia da regione a regione. Per la Hatipoglu Tarim, la raccolta è stata ritardata di due settimane, spiega Cihan Kocar, responsabile delle esportazioni: "Abbiamo iniziato a raccogliere più tardi, quest’anno, a causa delle cattive condizioni meteo. Normalmente avremmo iniziato la raccolta intorno al 5 ottobre, ma quest'anno non abbiamo potuto cominciare fino al 19 ottobre. Sebbene la stagione sia stata ritardata di due settimane, le melagrane che si stanno raccogliendo hanno una buona qualità e un sapore molto gradevole. Anche se non abbiamo avuto molto tempo, abbiamo già spedito quattro camion e due container di melagrane".

Secondo Kocar, la Hatipoglu Tarim registrerà un 10% in più di volumi rispetto alla scorsa stagione e la raccolta dovrebbe terminare in poche settimane: "Abbiamo in programma di raccogliere circa 2.000 tonnellate, quest'anno. Nel 2019 ne avevamo raccolte 1.800 tonnellate, ma dopo la stagione abbiamo acquisito un altro fornitore, il che ci faciliterà l'esportazione in Europa e nei Paesi del Medio Oriente. Il fatto che la raccolta sia stata ritardata ha costituito una difficoltà, così come le condizioni meteo durante la raccolta, rese più ardue dalla pioggia, e quindi stiamo cambiando le nostre operazioni in base alle condizioni meteo attuali. Secondo il nostro programma, termineremo la raccolta in meno di tre settimane da adesso".

Sebbene l'azienda turca si concentri principalmente sull'Europa, spera di raggiungere una solida base anche in nuovi mercati, in questa stagione, come afferma Kocar. "Il nostro mercato più importante è il quello europeo, poiché ogni anno spediamo circa 1.000 camion con frutta e verdura fresca. Tuttavia, stiamo cercando di entrare nei mercati del Medio Oriente tramite le rotte marittime. I Paesi europei richiedono principalmente peperoni turchi e altre verdure. Inoltre vogliono melagrane, mele cotogne, zucca, uva da tavola e pere. Ma i Paesi del Medio Oriente chiedono solo frutti come melagrane, uva da tavola e pere".

Sebbene i prezzi delle melagrane nelle aziende agricole siano più alti a causa della pandemia, l'importatore europeo non noterà una grande differenza, grazie alla lira turca più debole. "I prezzi in campagna sono aumentati, a causa del Covid-19. Gli acquirenti turchi possono aspettarsi un prezzo più alto, quest'anno. Tuttavia, la lira turca ha perso valore contro l'euro e il dollaro, quindi gli importatori europei non noteranno molta differenza. Tuttavia, crediamo che la stagione delle melagrane turche possa essere un successo, nonostante tutte queste difficoltà. Anche se la pandemia ha complicato la situazione, ha anche favorito la crescita della domanda di frutta fresca, in particolare melagrane, arance, limoni e mandarini", conclude Kocar.

Per maggiori informazioni:
Mr. Cihan Kocar
Hatipoglu Tarim
Tel: +902423395525
Mobile: +905319391568
Email: cihan@hatipoglutarim.com  
www.hatipoglutarim.com  


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto