Marocco: la produzione di agrumi aumentera' fino a superare le 600mila tonnellate

La campagna agrumicola nella regione Rabat-Salé-Kénitra, in Marocco, dovrebbe essere eccezionale. La produzione prevista per la campagna 2020/21 dovrebbe raggiungere le 600mila tonnellate, su un'area produttiva di 23.700 ettari.

La produzione di questa stagione ha quindi registrato un aumento del 77% rispetto a quella precedente, e di oltre il 30% rispetto alla media degli ultimi cinque anni.

L'aumento della produzione viene attribuito alla combinazione di molti fattori. Tra gli altri, la gestione continua e razionale dell'irrigazione, favorita dallo sviluppo dell'irrigazione nella regione, con l’aiuto dei sussidi dello Stato marocchino.

Nonostante le piogge tardive e la carenza d'acqua durante la campagna 2019/20, l'effetto della rotazione di alcune tipologie di agrumi - principalmente causato dalla bassa resa degli alberi nella stagione precedente - e le temperature miti, hanno favorito un buona fioritura e l'allegagione dei frutti.

A questi fattori si deve aggiungere anche l'entrata in piena produzione di giovani frutteti, impiantati in grande numero nell'ambito del contratto del programma agrumicolo, che ha consentito di predisporre strumenti di intervento per coinvolgere e mobilitare efficacemente tutti gli stakeholder, al fine di valorizzare punti di forza e opportunità di questo comparto agricolo.

A livello fitosanitario, lo stato degli agrumeti all'inizio della stagione è risultato generalmente soddisfacente.

Clicca qui per leggere l'articolo completo (in inglese).


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto