Coskun Eren: 'Sembra che sara' un’ottima stagione per noi!'

Domanda elevata con prezzi inferiori rispetto allo scorso anno per le melagrane turche

Più volumi, ma prezzi più bassi e calibri più piccoli riassumono la stagione delle melagrane turche, secondo un esportatore. Questo non significa che le previsioni siano negative. Anzi l'esportatore è fiducioso che, concentrandosi principalmente sui mercati europeo e russo, sarà un'ottima stagione.

Coskun Eren, direttore marketing della Eren Tarim è nel pieno della stagione turca delle melagrane e sente di avere ancora una positiva stagione davanti a sé, perché la domanda è buona e le melagrane soddisfano i requisiti più rigidi dei clienti europei.

"La melagrana sta andando bene in questo momento. Abbiamo iniziato un mese fa e stiamo andando ancora forte. Attualmente spediamo nell'Unione europea, in Russia e oltreoceano. Soprattutto ora che abbiamo finalmente superato la soglia dei limiti massimi di residui per l'Ue, abbiamo melagrane senza trattamento, quindi sono di fatto biologiche. L'azzeramento degli LMR è stato accolto molto bene in Ue e la domanda è in crescita. Insieme ai prezzi più bassi rispetto allo scorso anno, sembra che sarà un’ottima stagione!".

Le melagrane verranno raccolte fino alla fine del mese, ma Eren afferma che i frutti saranno disponibili fino alla fine di marzo: "La stagione è iniziata all'inizio di settembre e da allora abbiamo continuato a caricare. Attualmente, le melagrane turche sono ancora in fase di raccolta, che terminerà alla fine di ottobre. Dopodiché i prodotti verranno messi nelle celle refrigerate per la conservazione a lungo termine. Possiamo conservare la melagrana turca fino alla fine di marzo e, fino ad allora, manterrà comunque la qualità per l'esportazione. Non è stato tutto perfetto, per esempio il clima non è stato molto favorevole. Ha fatto abbastanza caldo e non è piovuto a sufficienza. Questo ha fatto sì che i calibri siano più piccoli e il colore della buccia più chiara del solito".

Sebbene siano disponibili volumi più elevati di melagrane, i prezzi sono più bassi e i frutti più piccoli, afferma Eren. "Prevediamo di esportare volumi più elevati quest'anno, quasi il 20-25% in più rispetto allo scorso anno. Tuttavia questo aumento è associato a prezzi inferiori e a una stagione in cui avremo anche molti calibri più piccoli. Un altro motivo del prezzo più basso potrebbe essere il conflitto tra Turchia ed Emirati Arabi Uniti: l'Egitto ne sta approfittando. Non possiamo spedire i nostri prodotti come vorrebbero, e quindi c'è molta più richiesta del solito di prodotti egiziani. Significa che dovremo concentrarci sui mercati che non interessano all'Egitto, come l'Europa e la Russia".

"Come ho detto prima, la sfida principale che dobbiamo affrontare sono i calibri più piccoli e una colorazione minore del frutto, a causa delle condizioni meteo. Questo significa che dobbiamo ideare un buon piano di produzione per non deludere alcun cliente per i calibri più piccoli. Pensando un po' più in grande, però, una sfida importante negli ultimi anni è stata la promozione della melagrana turca, la varietà Hicaz, che ha un colore chiaro della buccia e presenta piccoli difetti. Il consumatore tende quindi a pensare che sia un frutto cattivo o un frutto di seconda categoria, ma l'interno è di un colore rosso scuro brillante, con livelli Brix e sapore ottimali", spiega Eren.

"Eliminare questo ostacolo è sempre stata una questione importante da affrontare. Tuttavia, la buccia non è fondamentale, poiché i consumatori mangiano solo l'interno. Immagino che l'intero settore debba affrontare questo tipo di problemi. Le melagrane turche sono spesso paragonate alla varietà Wonderful egiziana, che ha una buccia intatta e un bel colore rosso all'esterno, ma l'interno è appena rosato. Alla fine è tutta una questione di gusto personale, se preferisco l'interno del frutto più dell'esterno".

L'annuncio che il Fruit Logistica è stato posticipato a maggio non è stato accolto male da Eren. Anzi, egli ritiene che la nuova data fornirà maggiori opportunità di business. "Il 2020 è sicuramente stato un anno strano. Tutto ciò che possiamo fare è adattarci e tirare fuori il meglio da ogni situazione. Spostare il Fruit Logistica a maggio 2021 potrebbe essere davvero interessante per noi. Personalmente penso che l'appuntamento sia anche meglio di febbraio per la Eren. In quel periodo avremo appena iniziato con le ciliegie, così come con i fichi, le drupacee e l'uva da tavola. Ci sono alcune interessanti varietà di frutta che potremmo presentare e iniziare a fornire immediatamente".

"Febbraio è un mese piuttosto fiacco per il settore, forse è per questo che di solito l'evento si svolge in quel mese. Ma, per gli audaci, maggio è il mese che offre più opportunità. Parteciperemo anche all'Asia Fruit Logistica 2020 in versione digitale. Abbracciamo il cambiamento e saremo sempre pronti a farlo", conclude Eren.

Per maggiori informazioni
Coskun Eren
Eren Tarim
Tel.: +90 533 695 5802
Email: coskun@erentarim.com  
Web: www.erentarim.com


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto