Aspettative migliori per la varieta' Lamas

Forte richiesta per i limoni turchi Interdonato ma offerta limitata

La stagione dei limoni turchi è in corso e ci sono problemi di approvvigionamento per la varietà Interdonato. Grazie a una minore offerta, la domanda è piuttosto forte, ma un’azienda d’esportazione turca, la Aksun, prevede invece una stagione migliore per la varietà Lamas.

L'azienda è in piena stagione dei limoni. Secondo il direttore commerciale Akin Soyleyen, la varietà Interdonato non è molto disponibile, al momento: "La stagione dei limoni, per noi, è appena iniziata con la varietà Interdonato. Poiché c'è una grande carenza di questa varietà, la domanda non può che essere elevata. Prevediamo che tale tendenza si ridurrà gradualmente, man mano che arriveranno sui mercati nuovi concorrenti con volumi maggiori, come Spagna ed Egitto. Attualmente, i mercati sono soggetti ad attività speculative, in quanto alcuni clienti detengono ancora limoni sudafricani in magazzino, mentre alcuni optano per i limoni precoci egiziani, nonostante le forniture siano basse. La Cina rimane ancora un'opzione anche per i mercati dell'Asia orientale".

La carenza di limoni Interdonato deriva dal clima che la Turchia ha registrato durante la coltivazione: "Abbiamo avuto temperature troppo alte nel periodo della fioritura, che hanno provocato la perdita di fiori e una grave carenza dei limoni precoci Interdonato. Queste temperature hanno influenzato anche altre varietà di agrumi, ma non pesantemente come è successo per i limoni Interdonato", spiega Soyleyen.

Poiché l'offerta dei limoni Interdonato è limitata, i prezzi e i costi sono aumentati notevolmente. Questo rende la stagione più difficile, ma la varietà Lama dovrebbe compensare questa situazione, dice Soyleyen. "Gli Interdonato sono rincarati, a causa della disponibilità limitata. Anche i costi correlati sono più elevati rispetto alla scorsa stagione, a causa sia della pandemia sia della carenza di fornitura. Fortunatamente, la varietà Lamas va molto meglio rispetto all'Interdonato. Abbiamo aspettative migliori per questa varietà, poiché ci aspettiamo che i mercati si normalizzino prima di cominciare con i Lamas. Bisogna rimanere ottimisti. Stiamo cercando di mantenere gli stessi volumi dell'anno scorso. Non vediamo margini di miglioramento rispetto ai volumi di esportazione, considerati gli attuali livelli di offerta".

Negli ultimi anni, la Russia è diventata uno dei più grandi mercati per la Aksun. Anche i mercati dell'Estremo Oriente potrebbero diventare molto importanti, per l'esportatore, poiché i volumi aumentano di anno in anno: "Il mercato più importante per i limoni turchi è certamente la Russia. Nel 2019, sono state esportate in Russia 65.000 tonnellate di limoni, pari al 27% delle esportazioni totali di limoni della Turchia. Seguono Iraq (12%) e Arabia Saudita (8%)".

"Poiché quest'anno, proprio in questo periodo, l'Arabia Saudita è chiusa per i prodotti turchi, questi volumi dovranno trovare un altro mercato. Anche altre destinazioni, come l'Estremo Oriente asiatico (FEA), migliorano ogni anno. Ovviamente, questo non significa che sia più facile da realizzare. Il tempo di transito e le condizioni volatili del mercato sono difficili per i mercati FEA. Come Aksun, abbiamo un grande vantaggio, poiché siamo stati i primi ad arrivare dalla Turchia su questi mercati, circa 10-11 anni fa, e ora siamo più consapevoli delle esigenze dei clienti e abbiamo una visione migliore delle condizioni di mercato che avremo durante la stagione".

Poiché il mercato cinese potrebbe aprirsi molto presto agli agrumi turchi, Soyleyen pensa che sia una grande opportunità per loro: "Cerchiamo sempre di trovare nuovi mercati, pur mantenendo il nostro portafoglio attuale. Aksun è nota per essere la principale azienda di fornitura di prodotti ortofrutticoli turchi, nella maggior parte dei mercati mondiali. Stiamo aspettando che la Cina ci consenta l’accesso; se succederà, sarà una grande opportunità per noi, anche se la nostra stagione non si allinea con la domanda cinese: c'è anche una grande richiesta di altri agrumi, e non solo di limoni".

"La stagione dei limoni terminerà intorno a marzo, quindi abbiamo ancora un po' di tempo. Tuttavia, prevediamo di iniziare molto presto anche la raccolta dei pompelmi. Siamo più ottimisti in questa stagione sui pompelmi, rispetto ai limoni. La domanda globale di agrumi è aumentata notevolmente a causa della pandemia. Inoltre, il consumo di frutta in generale è cresciuto, poiché le persone restano a casa e cucinano più spesso, invece di mangiare fuori. Questo ha cambiato le dinamiche del mercato, rendendoci più difficile prevedere la domanda per ogni prodotto. Ora questa è la nuova normalità. I frutti che non erano nel nostro portafoglio potrebbero essere inseriti nel periodo post-pandemico e viceversa", conclude Soyleyen.

Per maggiori informazioni
Akin Soyleyen
Aksun
Tel.: +90 324 234 41 90
Cell.: +90 532 590 75 92
Email: akin@aksun.com.tr  
Web: www.aksun.com.tr/en/


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto