Il principale produttore di nocciole turco aumenta la produzione grazie alle selezionatrici TOMRA

Il mercato delle nocciole non è dei più semplici, poiché la domanda è sempre in ascesa ma per via di clima e parassiti, la produzione è problematica. Primo produttore al mondo resta la Turchia (che produce il 70% delle nocciole di tutto il globo).

La produzione italiana segue comunque al secondo posto grazie alla superficie coltivata di circa 86.000 ettari divisi per lo più tra Piemonte, Campania, Lazio, Sicilia e Sardegna. La materia prima nazionale è anche quest'anno di qualità molto elevata, ma da sola non riesce comunque a soddisfare la richiesta locale, molto alta per la presenza di importanti imprese legate alla nocciola. 

Di qui, la necessità di importare la materia prima. E l'Italia ha da poco superato la Germania come primo importatore di nocciole dalla Turchia. Ma cosa è successo in Turchia, e la situazione durante la pandemia è cambiata? 

Durak Findik, primo produttore di nocciole turco, si affida all'automazione 
Per soddisfare la crescente domanda di esportazione, Il principale esportatore di nocciole della Turchia, Durak Findik, ha ulteriormente aumentato la sua capacità produttiva investendo in tecnologie di automazione. Con l'acquisizione di cinque nuove selezionatrici TOMRA Nimbus BSI+, che garantiranno anche qualità del prodotto e sicurezza alimentare, Durak Findik ha portato a 28 il numero totale di selezionatrici TOMRA Food nei suoi impianti di lavorazione nocciole a Ordu, Samsun e Hendek-Sakarya, in Turchia. 

Durak Findik è il più grande produttore di nocciole della Turchia: produce 50.000 tonnellate di nocciole l'anno, operando tutti i giorni su tre turni. Circa il 55% della produzione va al mercato interno e il 45% è destinato all'esportazione. L'azienda rifornisce produttori globali, compresi i principali marchi di cioccolato al mondo. Per soddisfare questi clienti internazionali, deve garantire standard di qualità elevati e sicurezza alimentare. Per questo, Durak Findik si affida ai vantaggi dell'automazione garantiti dalle selezionatrici TOMRA. Queste macchine contribuiscono inoltre a ridurre gli sprechi alimentari, aumentando la capacità produttiva.

Il presidente di Durak Findik, Kadir Durak (nella foto a destra), ha dichiarato: "Utilizziamo le selezionatrici TOMRA dal 2006. Ora avremo 2 selezionatrici TOMRA in ciascuno dei nostri stabilimenti di Ünye e Samsun, 9 nel nostro impianto di tostatura di Sakarya e 15 nel nostro impianto di sgusciatura di Hendek, comprese le nuove TOMRA Nimbus BSI+. L'installazione delle nuove selezionatrici è stata completata lo scorso giugno".

Durak ha spiegato: "Aumentiamo la nostra capacità in proporzione alla nostra efficienza produttiva. Oltre a fornire ai nostri attuali clienti prodotti all'altezza degli standard da loro richiesti, aumentando la nostra capacità produttiva possiamo aggiungere nuovi clienti al nostro portafoglio. Abbiamo sempre continuato ad investire nelle tecnologie di automazione. Le selezionatrici TOMRA hanno migliorato la qualità dei nostri prodotti, assicurandoci di soddisfare le rigorose aspettative dei clienti, e ci hanno permesso di raggiungere un'efficienza e un risparmio di oltre il 15% rispetto alla selezione manuale".

Durak ha osservato che la pandemia di Covid ha evidenziato l'importanza dell'automazione nell'industria alimentare e ha dichiarato: "Sapevamo già che ogni grande produttore alimentare dovrebbe rafforzare i propri impianti con l'automazione, ma durante questo periodo, coloro che avevano già investito nell'automazione hanno avuto il vantaggio di poter continuare la produzione senza interruzioni. Non sarebbe stato possibile mantenere la nostra produzione ai livelli richiesti se avessimo operato con la sola selezione manuale. E, indipendentemente dalla situazione straordinaria che ci troviamo ad affrontare in questo momento, l'automazione offrirà sempre dei vantaggi. Con le aspettative dei consumatori sulla qualità degli alimenti in costante aumento, l'automazione è vitale per aumentare la qualità dei prodotti e per migliorare l'efficienza della produzione".

La piattaforma Nimbus BSI+ di TOMRA Food utilizza l'esclusiva tecnologia Biometric Signature Identification di TOMRA per rilevare tutti i difetti nella frutta secca - compresi danni da insetti, marciume, raggrinzimento e muffe - anche se invisibili all'occhio umano. La selezionatrice è in grado di fare questo, garantendo un'elevata qualità del prodotto primario e dei sottoprodotti, utilizzando sia le frequenze NIR che le lunghezze d'onda visibili.

Durak ha poi aggiunto: "Anche se tutti i difetti del prodotto fossero visibili all'occhio umano, non ci si può aspettare che la forza lavoro manuale selezioni il prodotto con il 100% di concentrazione e il 100% di efficienza in ogni minuto di ogni turno. Ma, utilizzando le selezionatrici TOMRA, è possibile raggiungere un livello costante di qualità del prodotto, senza interruzioni. Queste selezionatrici ci permettono anche di fare turni notturni, aumentando l'efficacia dei nostri impianti durante periodi di raccolta e di produzione brevi".

Ahmet Koçyiğit, Sales Manager di TOMRA Food Turkey, ha commentato: "La nostra tecnologia BSI+ rappresenta il massimo in termini di telecamere multispettrali. Abbiamo combinato la nostra conoscenza delle applicazioni con capacità di imaging superiori e i risultati sono impareggiabili. Le selezionatrici TOMRA Food sono in grado di gestire l'intera gamma di frutta secca: in guscio, sgusciata, tostata e in granella. Configurare la selezionatrice in base alle esigenze del cliente ci consente di fornire la soluzione più efficace disponibile per ogni tipologia di prodotto".

"In questo scenario mondiale, con un'offerta insufficiente per la domanda, le nuove tecnologie sono decisive per aumentare la resa, diminuire gli scarti ed avere un prodotto finale perfetto. Le selezionatrici ottiche di TOMRA Food giocano un ruolo decisivo in questa importante fase" spiega Gianluca Coloretti (nella foto a destra), Area Sales Manager di TOMRA Food.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto