Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Dati Ismea dal 7 al 13 settembre 2020

Confermato l'andamento positivo delle quotazioni di peperoni, pomodori, zucchine e insalate

Nella 37ma settimana del 2020 si conferma la dinamica positiva delle quotazioni di peperoni, pomodori, zucchine e insalate, da ascrivere a un'ulteriore contrazione dell'offerta sui mercati. Si intensifica e si estende la raccolta per i fagiolini boby autunnali. Prime quotazioni per il radicchio autunnale di provenienza veneta.

Ortaggi a foglia: esordio sui mercati del radicchio di origine veneta. Le limitate quote commercializzate sono state oggetto di un discreto interesse da parte della domanda. I prezzi di esordio si sono attestati su livelli sostanzialmente simili a quelli registrati lo scorso anno. Mercato fluido anche per il radicchio di origine abruzzese, il cui collocamento è avvenuto speditamente e sulla base di quotazioni in incremento, grazie alle maggiori richieste pervenute.

Si è confermato in rialzo il listino per le lattughe dettato dal trend osservato per le tipologie Cappuccio e Gentile sulla piazza di Latina dove, a causa delle elevate temperature, la merce idonea alla commercializzazione è risultata limitata. I minori quantitativi esitati unitamente a una buona attività della domanda hanno permesso il rapido svolgimento degli scambi. Per la produzione veneta, invece, il mercato è risultato sostanzialmente stabile, fatta eccezione per la Romana le cui quotazioni hanno mostrato un aumento, a fronte delle maggiori richieste pervenute. Non si registrano variazioni per l'indivia abruzzese sia in termini di volumi commercializzati che di prezzi.

Carote: sostanziale stabilità per il mercato delle carote, con i listini fermi sui valori della precedente rilevazione, in tutte le piazze di riferimento.

Patate: sostanziale stabilità anche nel mercato delle patate, sia sotto il profilo degli scambi che delle quotazioni. L'unica variazione è stata osservata nell'areale ferrarese dove le vendite concluse si sono svolte a ritmi lenti e sulla base di prezzi in flessione, a fronte delle minori richieste pervenute.

Zucchine: prosegue il rialzo del prezzo medio all'origine delle zucchine già evidenziato nel corso delle precedenti rilevazioni. In particolare, sulle piazze laziali e nel salernitano i listini sono risultati in aumento per un'ulteriore contrazione dell'offerta a fronte di una domanda interessata. Quotazioni in flessione sia per le scure che per le chiare provenienti dagli areali vocati del settentrione. Terminata la campagna di raccolta in Puglia.

Melanzane: rialzo delle quotazioni medie. Tale andamento è frutto del trend teso al rialzo osservato nell'areale pugliese, laziale e per la tipologia lunga napoletana. La minore offerta, immessa sul mercato, ha favorito una ripresa dei listini grazie anche a una domanda stabile. Non si sono osservate variazioni, invece, per la merce calabrese e salernitana sia in termini di volumi scambiati che di quotazioni.

Fagiolini: iniziata la raccolta manuale dei fagiolini boby autunnali negli areali vocati del veronese. Il prodotto è stato scambiato sulla base di prezzi inferiori rispetto a quelli rilevati nell'analogo periodo del 2019. Primi stacchi anche nel sito produttivo laziale, dove l'offerta, che a causa delle temperature al di sopra della media stagionale è risultata contenuta, ha trovato facile collocamento sulla base di quotazioni in incremento rispetto all'esordio dello scorso anno. Listini sostanzialmente stabili nelle piazze già monitorate, in ragione di un'offerta calibrata alla richiesta da parte del mercato.

Peperoni: rialzo dei listini dei peperoni di provenienza pugliese e napoletana, da ascrivere a un calo dei quantitativi prodotti e immessi nel circuito commerciale. Sulle altre piazze monitorate, le quotazioni non hanno subito variazioni, per via di un'offerta in linea alla richiesta da parte del mercato.

Pomodori: in gran parte dei mercati, i listini dei pomodori non hanno subito variazioni rispetto alla settimana precedente. Da segnalare solamente l'ulteriore aumento dei prezzi, registrato sulle piazze pugliesi, da ascrivere a un progressivo calo delle disponibilità. Per lo stesso motivo, quotazioni in ripresa anche per il tipo tondo liscio sulla piazza di Cesena e per il San Marzano da sugo di provenienza napoletana. Non si registrano variazioni per le produzioni in coltura protetta, fatta eccezione per il ciliegino sulla piazza di Vittoria, scambiato sulla base di quotazioni in incremento a fronte dei maggiori quantitativi richiesti.

Fonte: ismeamercati.it


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto