Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Le principali novita' dell'evento - con reportage fotografico!

Crescono espositori e pubblico ad Agri Kiwi Expo

E' giunta a termine la settima edizione dell'Agri Kiwi Expo tenutasi lo scorso 12 e 13 settembre a Cisterna di Latina. A fare da filo conduttore alla kermesse dell'agro pontino è stata la moria del kiwi. Tante le novità presentate all'evento, che è cresciuto in termini di espositori (65 stand, con un incremento del +20%). Ottimi i riscontri sul fronte delle presenze, con picchi di oltre 900 accessi nel corso di ciascuna delle due giornate.

Clicca qui per il reportage fotografico completo!

"Ripetere quest'evento da circa otto anni è un bel traguardo. La mission che ci siamo proposti fin dalla prima edizione, è la valorizzazione del nostro territorio e la tutela del primato di cui siamo detentori: la produzione del kiwi". E' quanto dichiara Vittorio Sambucci (in foto sopra), organizzatore dell'Agri Kiwi Expo.

"Quest'anno è particolarmente sentita, nel nostro comprensorio, la problematica della moria del kiwi, che sta prendendo sempre più piede anche in altre regioni italiane. A tal proposito, alcune delle aziende espositrici di Agri Kiwi Expo stanno compiendo prove sperimentali per mettere a punto nuove strategie di mitigazione della problematica".

"A questa settima edizione hanno preso parte anche aziende che lavorano sulle innovazioni nel settore irriguo. Mi sento in dovere di ringraziare uno a uno, tutti coloro che hanno preso parte all'evento (espositori, visitatori, relatori e amministrazioni)". 

Foto di un giovane impianto di kiwi da archivio di FreshPlaza

I vivaisti presenti all'evento hanno presentato alcuni portinnesti che consentono ai produttori di mitigare gli effetti della moria. Francesco Maule, titolare di ExoticPlant di Cisterna di Latina, afferma: "Il portainnesto Bounty (SAV1) sembra particolarmente permettente".

Il Portinnesto SAV1 di Ceradini Group- Clicca qui per il reportage fotografico completo! 

L'agronomo Alessandro Terron della Ceradini Group conferma: "Il portainnesto SAV1 ha dimostrato di possedere la migliore tolleranza alla moria. Dal 2021 saranno disponibili piante già innestate per i vivaisti, mentre gli agricoltori dovranno aspettare al 2022 per poter acquistare le piante direttamente da noi. In virtù della notevole richiesta, abbiamo già venduto circa 100mila piante. SAV1 si adatta bene a tutte le varietà di actinidia presenti sul mercato".

Tra le specialità in mostra, anche l'Actinidia arguta, il noto baby kiwi che è già in produzione, sebbene in piccoli volumi, presso diverse Op italiane; rappresenta ancora una piccola nicchia di mercato, ma dall'interessante potenziale.

Actinidia arguta dell'Op Joinfruit - Clicca qui per il reportage fotografico completo! 

Vista la sua incidenza economica e sociale, il fenomeno della moria del kiwi ha attivato anche le amministrazioni. Come affermato dall'on. Calandrini: "E' necessaria un'attività di coordinamento da parte del governo, che consenta di anticipare la soluzione al problema. Bisogna istituire dei fondi per accelerare la sperimentazione, in modo da risolvere la questione quanto prima".

Per quanto riguarda l'indotto, oltre alla classica presenza delle macchine agricole, sono state presentate alcune innovazioni che intendono rispondere ai problemi del suolo che innescano la moria: l'azienda Romani Alberto ha portato in fiera una macchina che smuove il terreno e vi inietta ossigeno. Inoltre, si sta sperimentando se sia possibile iniettare biostimolanti e micorizze allo stato liquido. Dice Elvio Romani, titolare della Romani: "Un sistema simile è stato utilizzato in Francia, e pare che i risultati ottenuti siano interessanti".

Clicca qui per il reportage fotografico completo!

Tra le tante novità, sul fronte della difesa, la LEA Srl ha presentato la CeraTrap: una trappola per la cattura massale della mosca della frutta adattata anche su kiwi. L'autorizzazione è in vigore da quest'anno, con una durata di soli 120 giorni.

"E' stato senza dubbio un evento positivo, che ha riscosso molto interesse. Questa è la prima fiera tenutasi in presenza dopo molto tempo; è stato un piacere ritrovarsi con i propri clienti e colleghi", ha concluso Dennis Magalotti dei Vivai Magalotti Quarto.

Clicca qui per il reportage fotografico completo!

Clicca qui per le relazioni scientifiche sulla moria del kiwi


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto