Piet van Liere (FlevoTrade Dronten)

Dubbi sui volumi d'esportazione che le cipolle olandesi potrebbero raggiungere quest'anno

"Mio padre diceva sempre: ogni giorno è una nuova pagina, nel libro del commercio delle cipolle. Non esistono due giorni uguali. E molte cose vanno diversamente da come le immaginavi. Quest'anno non fa eccezione", afferma Piet van Liere della ditta olandese Flevotrade Dronten. In questa intervista riassume la situazione, dalla stagione di crescita alle esportazioni attuali.

"E' stata un'altra stagione di crescita particolare. La primavera è stata estremamente secca e questo ha significato operazioni di semina estremamente difficili. Soprattutto sui terreni pesanti, è stato necessario un grande sforzo per ottenere un letto di semina accettabile. Questo si è tradotto poi in una scarsa produzione, anche con notevoli differenze a seconda del lotto. Non abbiamo mai avuto così tante difficoltà per le cipolla, come in questa primavera", riflette Piet.

"Per fortuna, abbiamo avuto tanta pioggia dopo quel pesante periodo di siccità, il che ci ha evitato una resa davvero disastrosa. Le sementi, tuttavia, sono germogliate molto tardi quest'anno. La gente a volte dice 'una cipolla a maggio diventa un porro', e non è mai stato così vero come quest’anno, dal momento che le condizioni meteo hanno portato a molte cipolle sottodimensionate con le quali non si può fare nulla. Inoltre, abbiamo anche dovuto affrontare molti disturbi della crescita, dovuti alla struttura mediocre e al deterioramento della qualità dell'acqua, poiché molta parte dell’irrigazione è stata effettuata con acqua salata. Ci sono stati lotti, quest'anno, che non sono cresciuti; un fenomeno che si è registrato molto di più che in altri anni".

"Le rese non sono mai state instabili come quest'anno. Ci sono aree con rese molto buone, ma ci sono anche quelle che penso verranno arate. Le rese variano tra 0 e 100 tonnellate", continua Piet. "I terreni leggeri in genere hanno dato ancora buoni volumi, ma sui lotti pesanti spesso non è stato così. La durata molto breve della primavera significa che le rese non saranno buone. Le cipolle hanno prodotto ancora dei volumi accettabili, ma il calibro delle cipolle da semina è molto deludente".

"Anche i problemi di qualità sono in aumento. Quello che stiamo raccogliendo ora non sembra male, sebbene sia ancora umido in alcune aree di coltivazione. Mi aspetto che, quest'anno, il volume totale delle esportazioni sarà piuttosto deludente! Tuttavia, fare un confronto con la produzione di due anni fa, come stanno facendo in molti, non è corretto, a mio parere. Allora c'era stata una siccità globale, quest'anno non è così".

"Per quanto riguarda le esportazioni, l'inizio della stagione è andato molto bene. Nelle prime settimane sono già state spedite all'estero 114.000 tonnellate di cipolle, oltre 7.000 tonnellate in più rispetto allo scorso anno. Anche se il volume delle esportazioni, quest'anno, sarà decisamente inferiore, noi ci siamo già superati. L'Africa fa da apripista, ma ci sono anche parecchie cipolle che vanno in Estremo Oriente, e sul mercato sono presenti anche i nostri amici brasiliani. Non ci sono ancora ordinativi concreti, ma c'è un reale interesse".

"Inoltre, la situazione è la stessa sia in Polonia che nei Paesi Bassi. Il segmento precoce non è stato affatto deludente, ma ci saranno problemi con il raccolto principale, in termini di volumi e qualità. L'anno scorso è stato esportato un abbondante volume in Polonia, e quest'anno si stanno nuovamente rivolgendo a noi. Con i problemi di qualità che abbiamo, la domanda polacca potrebbe definire un limite inferiore sul mercato che noi potremmo utilizzare oggi. Tutto sommato, penso ci siano ancora delle ottime opportunità in questa stagione", conclude Piet.

Per maggiori informazioni:
Piet van Liere
FlevoTrade Dronten 
Staalwijk 15-17
8251 JP Dronten
+31 321 387 170
info@flevotrade.nl
www.flevotrade.nl


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto