Avvisi





Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Le esportazioni di ciliegie della Turchia toccano un nuovo record

La Turchia raggiungerà un nuovo record d'esportazione. Dal 1 gennaio al 21 luglio 2020, il paese ha esportato ciliegie verso 60 nazioni, per un controvalore di 212 milioni di dollari (182,8 milioni di euro). L'obiettivo era di raggiungere i 200 milioni di dollari (172,5 milioni di euro) entro la fine della stagione. Dal momento che tale obiettivo è già stato raggiunto, ora il paese mira a un valore di 250 milioni di dollari (215 milioni di euro).

Nel 2019, la Turchia ha esportato ciliegie per un valore di 182,6 milioni di dollari (157,5 milioni di euro). Secondo i dati dell'Associazione degli esportatori egei, fino a metà luglio la Turchia ha esportato 70mila ton di ciliegie per un valore di 190 milioni di dollari (163,9 milioni di euro). Nello stesso periodo dell'anno scorso, il paese aveva esportato il medesimo volume, ossia 70mila ton, per un valore di 166 milioni di dollari (143,2 milioni di euro). Ciò indica un incremento di valore per le ciliegie turche.

Anche se le esportazioni turche di ciliegie sono rimaste le stesse in termini di volume, il loro valore è aumentato del 15%, secondo il presidente dell'Associazione della frutta e verdura fresca egea, Hayrettin Ucak. Ucak ha dichiarato che la Turchia aveva già superato il record dell'anno scorso prima della fine della stagione e si sperava di incrementare ulteriormente i dati d'esportazione.

"Nel 2020 abbiamo registrato un aumento delle spedizioni verso Cina e Hong Kong del 50%, passando da un valore di 5,2 milioni di dollari a 8 milioni di dollari (da 4,4 milioni di euro a 6,9 milioni di euro). Nei prossimi anni ci aspettiamo di incrementare ulteriormente le nostre esportazioni di ciliegie verso l'Estremo Oriente".

"Per le ciliegie c'è stata un'accesa competizione"
Dichiarando che la produzione delle ciliegie avviene in un'ampia area geografica dislocata in tutto il mondo, il presidente Ucak ha affermato: "In Russia, uno dei nostri principali mercati d'esportazione, competiamo con Grecia, Iran, Italia, Uzbekistan, Serbia, Romania, Moldavia e Spagna. A causa dell'aumento dei costi di trasporto, i nostri prezzi sono stati più elevati e la competizione è stata difficile. Anche se siamo partiti un po' a rilento, ora stiamo per concludere la stagione con successo".

I tedeschi e i russi hanno preferito le ciliegie turche
La Germania è stato il mercato d'esportazione principale per le ciliegie turche. Dal 1 gennaio al 13 luglio 2020, la Turchia ha esportato ciliegie in Germania per 79 milioni di dollari (68,1 milioni di euro). La Russia è stata il secondo mercato più grande per le ciliegie turche. Verso questa destinazione, la Turchia ha esportato ciliegie per un valore di 42 milioni di dollari (36,2 milioni di euro). Al terzo posto l'Austria, con un valore d'esportazione di 13 milioni di dollari (11,2 milioni di euro). A seguire, le ciliegie turche sono state inviate in Norvegia, Paesi Bassi, Italia, Hong Kong, Svizzera, Cina, Danimarca e Regno Unito.

"Abbiamo aggiornato il nostro obiettivo a 250 milioni di dollari"
Il presidente Ucak ha ricordato che a inizio stagione l'obiettivo era di raggiungere i 200 milioni di dollari. Esprimendo la soddisfazione riguardo le attuali cifre d'esportazione, Ucak ha spiegato: "Durante la pandemia, i prodotti agricoli turchi hanno ricevuto una domanda elevata e le ciliegie non sono state da meno. Le nostre ciliegie sono di alta qualità, in questa stagione, e quindi hanno un vantaggio sul mercato. Abbiamo rivisto il nostro obiettivo a 250 milioni di dollari".

Fonte: Dunya, AA


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto