Avvisi





Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Le societa' latinoamericane di bacche guardano al Marocco

Il Marocco potrebbe diventare una zona di produzione ideale per i produttori latinoamericani di bacche, perché possiede 9mila ettari adatti a questa coltivazione e un clima molto mite, che permette di produrre tali colture da metà settembre a metà giugno. Inoltre, l'apertura all'esterno del paese e la sua posizione geografica privilegiata rappresentano una porta d'accesso all'Africa, secondo quanto dichiarato da Said Bahajin, direttore commerciale cileno in Marocco.

"Il Marocco ha firmato diversi accordi con vari paesi arabi e un accordo di commercio libero con gli Emirati Arabi Uniti che lo rendono un hub importante per i mercati dei paesi arabi del Nord Africa e della regione di Menasa".

Quest'ultima è una zona che comprende circa 20 paesi in Nord Africa e nel Sud-est asiatico, che si estende linearmente all'india, confinando con la Cina e il resto dell'Asia.

Secondo Said Bahajin: "La copertura di questa zona è di importanza strategica perché quei mercati rappresenteranno, secondo tutte le analisi, la crescita della domanda di mirtilli nel prossimo futuro".

Investire in Marocco
Se si considera che l'agricoltura rappresenta il 13% dell'economia marocchina e comprende il 40% della sua popolazione, e se si tiene conto delle potenzialità geografiche, climatiche e logistiche del paese, oltre che delle ottime infrastrutture che offre per gli investimenti, è possibile promuovere un grande piano d'investimento nel paese per le società cilene e latinoamericane.

"Il Marocco ha firmato accordi commerciali con 56 paesi, che gli danno accesso a un mercato potenziale di oltre 1 miliardo di consumatori, cosa che offre senza dubbio opportunità commerciali significative - afferma il direttore commerciale - Secondo il rapporto 'Crisi sanitaria Covid-19: spiragli di luce alla fine del tunnel', pubblicato da Attijari Global Research, del centro di ricerca di Attijariwafa, una delle banche principali in Marocco, l'agricoltura sarà uno dei settori che uscirà maggiormente rafforzato dalla crisi pandemica attuale". Pertanto, afferma, sarebbe una cosa positiva supportare le società agricole affinché investano in questa destinazione.

Le esportazioni del Marocco hanno raggiunto oltre 40 paesi. La sua destinazione principale è l'Europa, dove invia il 98% delle sue fragole, il 99% dei suoi lamponi e l'89% dei suoi mirtilli. Il settore marocchino ha già registrato uno stabile incremento in termini di export, soprattutto per quanto riguarda mirtilli e lamponi.

Fonte: blueberriesconsulting.com 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto