Il mercato dei limoni visto dalla Citromax

Quest'anno, Madre Natura ha contribuito a un inizio positivo, per la stagione degli agrumi in Argentina, poiché la sovrapposizione con l'emisfero boreale è stata limitata. "La Spagna e la Turchia hanno terminato in anticipo e, grazie all'incremento della domanda dovuta al Covid-19 nei mesi di febbraio e marzo, il mercato dell'emisfero boreale era relativamente vuoto, quando abbiamo già iniziato le spedizioni in Europa", dice Mariano Sangronis della compagnia Citromax.


La società ha ritardato fino a maggio le esportazioni negli Stati Uniti. Innanzitutto perché la domanda è rallentata a causa dell'impatto della pandemia sul settore della ristorazione. Inoltre, le spedizioni successive hanno consentito una transizione graduale tra la California e la produzione dell'emisfero australe.

"La domanda dei servizi di ristorazione ora è in recupero, quindi è stata una buona decisione aspettare fino a giugno per i programmi di vendita al dettaglio". Tutto sommato, la domanda di limoni è forte. La pandemia ha reso i consumatori più consapevoli circa i benefici dei limoni sulla salute, in quanto importante fonte di vitamina C.

Sangronis ritiene che ci sia spazio per far crescere le esportazioni di limoni dell'Argentina verso gli Stati Uniti. "Stiamo lavorando allo sviluppo del mercato statunitense durante la finestra estiva e prevedo molte opportunità durante l'ultima parte della stagione, dopo che la California ha terminato e prima che Cile e Messico entrino in piena produzione". La Citromax prevede di raddoppiare le sue esportazioni negli Stati Uniti, in questa stagione, supportando i suoi partner nella vendita al dettaglio e nei servizi di ristorazione.

Sangronis è molto ottimista sulla stagione. "Il clima è stato molto buono durante la primavera e l'estate, e la stagione della raccolta non è stata interrotta dalle piogge. Di conseguenza, stiamo vedendo la migliore qualità degli ultimi due anni. Ora ci avviciniamo alla fine della stagione di raccolta, e il clima secco che stiamo registrando ora avrà un impatto sui volumi finali", ha detto Sangronis.

Nonostante la siccità, la Citromax si aspetta ancora che i suoi volumi di limone aumentino di quasi il 40 per cento, rispetto allo scorso anno. “I nostri frutteti più giovani sono entrati in produzione con limoni di alta qualità e produrranno buoni volumi".

La Citromax fornisce limoni al dettaglio sia direttamente che indirettamente. "Inoltre, distribuiamo al settore della ristorazione e al mercato aperto, il che ci offre un ampio raggio di azione commerciale".

Limoni preparati per l'esportazione in Cina.

Il programma d’esportazione della società si concentra su Nord America, Asia ed Europa: oltre 20 Paesi ricevono i limoni freschi della Citromax. Questo è il primo anno in cui ai limoni argentini è stato concesso l'accesso in Cina. "Siamo la prima azienda a esportare limoni freschi nella Repubblica popolare cinese e speriamo di continuare a crescere in questo mercato". Attualmente, il programma d’esportazione include solo limoni coltivati in modo convenzionale, ma la domanda di prodotti biologici è in costante crescita. "Siamo la più grande azienda di coltivazione di limoni biologici al mondo e speriamo, nei prossimi anni, di fornire ai nostri clienti anche prodotti bio".

Per maggiori informazioni:
Mariano Sangronis
Citromax
Tel: +1 (570) 242-0131
msangronis@citromax.com
www.citromax.com


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto