François Bellivier, della Capexo

Nuovo vassoio compostabile in casa per avocado che si distinguono

Gli avocado sono stati venduti a prezzi piuttosto alti durante il lockdown ma, nelle ultime settimane, il mercato è completamente cambiato. "Attualmente ci troviamo di fronte a un'offerta molto ampia proveniente dal Perù. Il mercato europeo può assorbire solo tra 500 e 530 container di avocado a settimana, sommando tutte le origini. Tuttavia, il solo Perù ha inviato circa 600 container nelle ultime 4 settimane. Abbiamo anche avuto un picco di 707 container in partenza dal Perù nella settimana 21, e in arrivo in Europa nella settimana 24. E' un nuovo record per l'avocado poiché questo volume, inviato da una sola origine, è addirittura il quantitativo maggiore mai importato, da qualsiasi origine!", spiega François Bellivier, responsabile dello sviluppo di Capexo.

La Francia, essendo il maggior consumatore di avocado in Europa, è particolarmente colpita da questa eccedenza di prodotto. "I Paesi europei lavorano con programmi prestabiliti di fornitura. Di fronte a un surplus di merce, la Francia diventa spesso la loro via d'uscita. Quindi al momento, specialmente al mercato ortofrutticolo di Rungis, c’è un volume molto abbondante di avocado.

In tali circostanze, i prezzi sono diminuiti. "Il mercato è letteralmente crollato: perfino per la merce di qualità i prezzi praticati sono estremamente competitivi. E pure se alla fine della settimana il picco di produzione in Perù dovesse terminare, è probabile che questa situazione si protragga per diverse settimane, forse fino alla fine di luglio".

Per il momento, François ritiene che la qualità sia buona, ma che la fornitura abbondante causerà un certo ritardo nelle scorte, che a sua volta porterà a problemi di qualità.

In un mercato così saturo, la differenziazione diviene dunque un fattore cruciale. "Abbiamo molta fiducia nel nostro nuovo vassoio compostabile in casa. Rappresenta chiaramente un vantaggio, in questa situazione, in cui la concorrenza è agguerrita. In effetti, siamo gli unici a offrire un vassoio privo di plastica e completamente compostabile. Oltre a soddisfare la domanda in termini di protezione ambientale, è anche in linea con la crescente richiesta di prodotti confezionati, in seguito alla crisi del Covid-19".

Secondo François, "dovremmo incoraggiare il Perù a ridurre drasticamente le esportazioni o almeno a rimandarle fino alla fine del calendario di produzione, come nel 2018. Inoltre, l'inizio della stagione invernale dovrebbe essere meno impegnativo. Se la situazione attuale è problematica, è soprattutto, come detto, per l'offerta sproporzionatamente ampia. Abbiamo avuto una sovrapposizione di forniture, tra la regione di Olmos – in ritardo a causa delle restrizioni Covid-19 - e la regione di Chavimochic. Questa è stata la causa dell’eccezionale picco di offerta avuto a maggio, un mese in cui la produzione è già normalmente elevata, oltre al mercato statunitense che non ha ancora riaperto".

Per vendere sul mercato la quantità massima di avocado, gli operatori del settore hanno dovuto organizzarsi. "I grandi rivenditori hanno messo in atto delle attività promozionali e noi siamo stati costretti ad abbassare i prezzi, il che può avere un effetto positivo sui consumi. Con l'arrivo della produzione dal Cile, che già sappiamo essere carente, è altamente probabile che, con un buon livello di consumo e una disponibilità inferiore, i prezzi riprendano quota".

François parla anche dell'importanza del budget stanziato dalla WAO per favorire il consumo di avocado in Europa. "La domanda aumenta ogni anno, in Europa, ma è ancora necessario aumentare il budget per favorire tale incremento. Per lo stesso scopo, gli Stati Uniti finanziano 80 milioni di euro [90 milioni di dollari] per 320 milioni di abitanti. In Europa, invece, un mercato di 450 milioni di abitanti, il budget assegnato supera a malapena i 2 milioni di euro [2,25 milioni di dollari], condivisi con il continente asiatico. Tuttavia, man mano che le piantagioni aumentano, probabilmente dovremo nuovamente affrontare un record di arrivi e diventerà ancora più urgente la necessità di sviluppare il mercato.

Per maggiori informazioni:
François Bellivier
Capexo
Phone: +33 1 41 73 23 00  
Mobile: +33 6 75 03 76 54 
f.bellivier@capexo.fr     
www.capexo.fr     


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto