Dopo il crollo dell'Horeca e l'abbondante export dal Brasile

Segnali negativi dal mercato del lime

Il mercato del lime è particolarmente depresso, al momento. Secondo Joey Deen dell'azienda olandese Denimpex, ciò è dovuto principalmente ai volumi estremamente ingenti esportati dal Brasile.

"Il tasso di cambio in Euro del Real brasiliano è molto favorevole, per gli esportatori. A un certo punto siamo persino andati oltre i 5 real per 1 euro. Inoltre, il mercato locale era estremamente debole, perché il Brasile è uno dei Paesi più colpiti dalla pandemia".

"Le esportazioni erano a livelli normali fino alla 16ma settimana del 2020. Dopo di che, i dati d'esportazione sono esplosi come conseguenza della ripresa sul mercato europeo, che intorno alla settimana 18 valorizzava i lime a 12 euro circa al cartone. Infine, le esportazioni totali hanno superato i 190 container alla settimana, senza considerare ancora i volumi provenienti da altri paesi esportatori come Colombia, Vietnam, Guatemala e Perù".


Quest'anno Denimpex ha lanciato il nuovo marchio Cloe - dal nome della figlia di Joey - per differenziarsi sul mercato. I primi container sono giunti a Rotterdam la scorsa settimana.

"Quello che proprio non capisco è perché molti container siano stati inviati senza un reale destinatario. Credo che ci abbiano contattato almeno 6 o 7 esportatori chiedendoci se fossimo interessati ai container, dopo averli già spediti verso i porti di Rotterdam, Amburgo e Londra - continua Joey - Il risultato è che, alla fine, i lime arrivano sul mercato senza un acquirente e vengono comprati da importatori che normalmente non trattano questa referenza, finendo con il produrre quotazioni commerciali che non coprono assolutamente i costi degli importatori seri. Nessuno nella catena può trarre beneficio da questa situazione!"

"Bar, ristoranti e hotel sono ancora un mercato importante, per i lime, ma dato che sono ben lungi dal poter operare a pieno regime, il consumo risulta più basso rispetto ad altri anni. Inoltre, i paesi tipicamente turistici come Grecia, Spagna e Italia, che acquistano molti lime in questo periodo dell'anno, mostrano esigenze minori perché ci sono meno turisti - spiega l'importatore - Si spera che gli importatori brasiliani smettano di esportare a chiunque e che i volumi spediti in Europa diminuiscano sul breve termine, altrimenti quest'estate i prezzi saranno pessimi".

Per maggiori informazioni
Joey Deen
Denimpex 
Sint Antoniesbreestraat 10
1011 HB Amsterdam - Paesi Bassi
Tel.: +31 (0) 206246390
Email: joey@denimpex.nl
Web: www.denimpex.nl


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto