Spagna

Le forniture dall'emisfero sud hanno influenzato la campagna del limone Verna

Il rapporto settimanale dell'Osservatorio dei prezzi e dei mercati dedicato alla produzione di agrumi e corrispondente alla 24ma settimana del 2020 ha messo in evidenza che la campagna dei limoni Verna dell'Andalusia, in Spagna, è stata influenzata, nella sua ultima parte, dall'arrivo dei limoni dall'emisfero sud.

"La domanda elevata di agrumi presente sul mercato a causa della crisi sanitaria dovuta alla pandemia di Covid-19 e gli elevati prezzi degli agrumi sul mercato hanno attratto altri paesi produttori, come il Sudafrica, l'Argentina o l'Uruguay, che hanno anticipato fino a un mese la spedizione dei loro frutti in Europa".

Importazioni di limoni
Il Governo regionale dell'Andalusia ha dichiarato: "La campagna del limone Verna dell'Andalusia è influenzata dal rallentamento della commercializzazione di questo agrume, oltre che dalla riduzione del suo valore medio".

"In generale, i limoni argentini arrivano nella UE attraverso i porti spagnoli e vengono commercializzati tramite i canali di nazionali di vendita che, di conseguenza, favoriscono lo sviluppo economico nel nostro paese - ha aggiunto l'Osservatorio - D'altra parte, i limoni sudafricani arrivano sul mercato europeo attraverso il porto di Rotterdam, cosa che non genera vantaggi economici indiretti al settore spagnolo".

Prezzi nella media per il limone dell'Andalusia
Secondo il rapporto, le operazioni di acquisto e vendita dei limoni all'origine sono scarse a causa della bassa domanda di mercato per il limone Verna dell'Andalusia.

Nel rapporto si legge: "La fornitura dei limoni precoci da Argentina o Sudafrica ha portato a una riduzione dei prezzi e a un calo nella domanda per il limone andaluso".

La tendenza negativa delle ultime settimane continua per quanto riguarda i prezzi all'origine del limone andaluso.

Nella settimana 24 della campagna 2019/20, i prezzi medi per il limone andaluso sono diminuiti del 18% rispetto alla settimana precedente (0,50 euro al kg), raggiungendo un valore medio di 0,41 euro al kg. Questa cifra è del 37% più alta rispetto al valore medio registrato nella settimana 24 del 2019 (0,30 euro al kg), ma è più bassa del 47% rispetto a quella registrata nello stesso periodo del 2018 e del 23% più bassa rispetto al valore raggiunto nella stessa settimana del 2017.

Sul mercato europeo, il valore medio di questo agrume è diminuito, in media, del 36% tra la settimana 20 e la 24, quando raggiunse un valore medio di 0,85 euro al kg.

Fonte: sevilla.abc.es 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto