Dopo 20 anni di negoziati

L'Argentina puo' finalmente esportare i suoi limoni in Cina

Dopo 20 anni di trattative tra Argentina e Cina, l'Argentina può finalmente esportare i suoi limoni sul mercato asiatico, uno dei mercati più importanti del mondo. Dopo aver firmato un protocollo fitosanitario il 17 dicembre scorso, l'apertura cinese al limone argentino, è stata completata di recente, quando il Paese ha pubblicato l'elenco delle aziende agricole e degli impianti d'imballaggio autorizzati a esportare questo prodotto sul mercato asiatico.

L'Argentina Northwest Citrus Association (Acnoa) ha ricordato che questo nuovo protocollo è un aggiornamento di quello sugli agrumi (arance, mandarini e pompelmi), in vigore dal 2004, con l'inserimento dei limoni freschi, finora esclusi a causa della mancanza di un accordo sulle certificazioni richieste dai cinesi.

La produzione diminuirà di 400mila tonnellate
Secondo le stime di Acnoa, l'Argentina produrrà 1,4 milioni di tonnellate di limoni in questa campagna, l'80% dei quali è originaria di Tucuman. Di questa produzione, 1,1 milioni di tonnellate sono destinati all'industria. Si prevede una riduzione di circa 400mila tonnellate rispetto agli 1,8 milioni di tonnellate ottenuti nella campagna 2019. Di questa quantità, 1,3 milioni di tonnellate sono state utilizzate per la trasformazione industriale, 240mila tonnellate sono state esportate e la rimanente parte è stata inviata sul mercato interno (circa 200mila tonnellate non sono state raccolte).

Secondo l'associazione, il calo del volume di produzione in questa stagione è dovuto alle alte temperature e alle piogge irregolari e insufficienti di ottobre e novembre dello scorso anno.

Tuttavia, Acnoa ha chiarito che la qualità della frutta fresca di quest'anno è superiore a quella della campagna 2019 e che, secondo le stime, il Paese potrebbe esportare circa 300mila tonnellate di limoni in mercati diversi, soprattutto nell'Unione europea.

Fonte: lanacion.com.ar


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto