Cesti automatizzati in aiuto dei coltivatori neozelandesi per risparmiare sui costi della manodopera

Una startup neozelandese spera di completare all'inizio del 2021 lo sviluppo dei suoi dispositivi robotizzati per la raccolta di frutta, già parzialmente automatizzati.

Il fondatore della YieldTec, il dr. Khalid Salah, afferma che i robot mobili della società automatizzeranno la logistica durante la raccolta, eliminando la necessità di risorse aggiuntive come i conducenti dei trattori, e semplificando la gestione e la supervisione necessarie per i lavoratori.

"Certo, avremo comunque bisogno dei braccianti, ma possiamo migliorarne la produttività", ha detto Salah. "Abbiamo in programma di implementare alcuni dispositivi Internet of Things (IoT) nei cesti di raccolta, che forniranno informazioni come la posizione e il peso che viene trasportato. Non sarà più necessario utilizzare un bins fisso, dal momento che sarà il bins stesso a seguirli. Tutto sarà registrato attraverso le Smart Bag o gli Smart Buckets che verranno utilizzati per la raccolta. I robot mobili possono anche essere impiegati, durante tutto l'anno, per automatizzare il trattamento con pesticidi e fertilizzanti nei frutteti e nei vigneti".

Foto: test del concept presso l'Università di Canterbury

La società sta attualmente sviluppando i suoi prodotti come "prodotto minimo funzionante", cominciando dal software basato su cloud come host di dispositivi robotici e IoT, oltre agli account degli utenti, dal momento che il sistema sarà gestito da web mobile app. I bins mobili arriveranno l'anno prossimo, e dipendono dai potenziali finanziamenti del Ministero delle industrie primarie del governo neozelandese.

La YieldTec è nata a dicembre 2019 dalla ricerca di dottorato del dr. Salah dell'Università di Canterbury, che studiava l'automazione nella raccolta, come quella della frutta. Ci sono voluti tre anni di ricerca per sviluppare il concept, attraverso vari modelli di simulazione e tipologie e dimensioni dei frutteti. Una delle scoperte chiave è stata che la completa automazione non è realmente pratica per l'agricoltura in campo aperto.

"Parte della ricerca è stata la dimostrazione che vale la pena puntare a un sistema condiviso", ha affermato il dr. Salah. "Può ridurre i costi e la gravità degli impatti derivanti dalla carenza di manodopera. L'automazione completa sembra assolutamente promettente. Negli ultimi 70 anni, l'idea di eliminare del tutto la manodopera non è risultata pratica, e ci sono stati centinaia di prototipi di automazione che non sono mai stati commercializzati. Si sono dimostrati poco pratici e inaffidabili e ci sono stati problemi di qualità, come danni ai frutti e l’impossibilità di raccogliere tutti i frutti sugli alberi".

Foto: rilevazione visiva robotizzata e test di navigazione

Con l'obiettivo della gestione della raccolta, i piani prevedono che i bins pesino dai 100 ai 200 chilogrammi e abbiano la capacità di trasportare fino a 400 chilogrammi, con un risparmio potenziale per i coltivatori fino al 60% dei costi della raccolta. Almeno due importanti aziende produttrici di prodotti ortofrutticoli in Nuova Zelanda hanno mostrato un particolare interesse nell'adozione di questo sistema.

La dott.ssa Salah aggiunge che la YieldTec sta cercando di aumentare la produttività dei lavoratori del 20%, non solo con i bins mobili, ma anche attraverso più ampie tecnologie online, come le app mobili per l'assistenza nelle questioni come l'outsourcing e la pianificazione.

"Whenever a grower wants to set up a harvest date, they could just post an advertisement and anyone using the YieldTec services or subscribed to our platform will be able to see that and negotiate dates, times, wages and locations," he said. "When they come into the orchard, they will then utilise the Smart Bags which will record the performance and the timesheet as well. So, there is a whole range of automation around using the YieldTec solutions; from sourcing reliable workers to automate yield mapping, monitor logistics, and harvesting."

YieldTec hopes that the mobile bins can be used across a wide range of horticulture products that require the intensive labour, hand picking in outdoor harvesting, from grapes to jalapenos and berries.

"Ogni volta che un coltivatore desidera impostare una data per la raccolta, può semplicemente pubblicare un annuncio e chiunque utilizzi i servizi YieldTec, o si abboni alla nostra piattaforma, sarà in grado di vedere e negoziare date, orari, salari e siti", ha spiegato. "Quando entreranno nel frutteto, useranno quindi le Smart Bag che registreranno anche le prestazioni e la scheda attività. Pertanto, esiste un'intera gamma di automazioni che utilizzano le soluzioni YieldTec, dall'acquisizione di manodopera affidabile, all'automazione della mappatura della resa, al monitoraggio della logistica e alla raccolta ".

La YieldTec spera che i bins mobili possano essere utilizzati in un’ampia gamma di prodotti orticoli che richiedono molta manodopera, la raccolta manuale in campo aperto, dall'uva da tavola ai jalapenos e ai piccoli frutti.

"Dovremmo pensare fuori dagli schemi e sviluppare la questione relativa all'integrazione dell'automazione nell'agricoltura", ha affermato il dr. Salah. "Ci sono alcune aree dove l'automazione (completa) potrebbe sembrare la soluzione, ma nel frattempo dobbiamo ancora lavorare con l’ausilio dell’uomo. Sarebbe davvero utile se potessimo introdurre un sistema integrato, ed è così che è nata la YieldTec".

Il team per gli investimenti dell'industria primaria neozelandese ha anche supportato la YieldTec attraverso l'Ōhaka's Startup Incubation Program. Te Ara University sostiene anche la YieldTec attraverso il loro programma di tirocinio Capstone. La società attualmente sta lavorando con Laurance Gresham, che è un web full stack developer all'ultimo anno di stage.

Per maggiori informazioni
Khalid Salah
YieldTec
www.linkedin.com/in/khalid-salah/


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto