Come l'etilene aiuta il coltivatore di patate olandese Van Dijk

Il settore delle patate è influenzato negativamente dal Coronavirus. A causa della caduta della domanda per la lavorazione delle patate (anche dal settore della ristorazione), le patate rimangono in deposito più a lungo in attesa di un acquirente. Quest'anno, pertanto, è estremamente importante creare condizioni di conservazione ottimali per le patate. Nel frattempo, tuttavia, il divieto del soppressore di germogli CIPC entrerà in vigore a ottobre. Il coltivatore olandese Van Dijk ha trovato una buona alternativa con il gas etilene.

I tempi potrebbero sembrare sfortunati, vale a dire proprio quando il mercato delle patate è sotto pressione, ma il divieto di CIPC è arrivato da molto tempo. E con buone ragioni: il residuo lasciato dall'agente chimico si è dimostrato dannoso per la salute umana e per l'ambiente. Continuare a utilizzare CIPC non è quindi un'opzione. Ma qual è l'alternativa?

Soppressione dei germogli con l'etilene
Il coltivatore Van Dijk di Emmen, nei Paesi Bassi, è una delle tante aziende agricole che sono passate dal CIPC all'etilene come inibitore dei germogli. Questo è un gas naturale che sopprime la crescita cellulare nelle patate. Dissipando l'etilene nello spazio di conservazione delle patate con un protocollo preciso durante il periodo di conservazione, le patate rimangono inattive e si previene la germinazione interna.

Passaggio da CIPC a etilene
"Abbiamo circa 3.000 tonnellate di patate Fontane e Novano in deposito", ci ha detto un portavoce di Van Dijk. "Negli ultimi due anni abbiamo usato il metodo dell'etilene della società olandese Restrain per tenerli inattivi. La motivazione iniziale era principalmente finanziaria. L'etilene è un'alternativa economica al CIPC. Inoltre, non abbiamo dovuto modificare il nostro magazzino di stoccaggio per questo. Inoltre, con CIPC abbiamo dovuto fare molta attenzione a non influenzare il nostro stock di semi, mentre con l'etilene non dobbiamo preoccuparci di questo".

E il colore delle fritture?
Gli argomenti spesso usati dai coltivatori che non vogliono smettere di usare il CIPC sono che le alternative sono molto più costose e influenzano il colore delle fritture delle patate. Anche il team di Van Dijk ha sentito queste storie: "Queste preoccupazioni sono ingiustificate. Per noi, i costi della soppressione dei germogli a base di etilene sono leggermente superiori per tonnellaggio rispetto al CIPC. Ma ci sono altre alternative, i cui costi vanno da 10 a 20 euro in più per tonnellata. Inoltre abbiamo sentito che i coltivatori sono riluttanti a usare l'etilene per la lavorazione delle patate. Ma le nostre varietà sono state testate e i risultati sono buoni. Otteniamo sempre un buon colore nelle fritture".

Clicca qui per gli ultimi risultati del colore nelle fritture.

Consigliato ai colleghi
L'azienda raccomanderebbe la soppressione dei germogli con etilene anche ai colleghi? "Sicuramente, perché è molto semplice da usare. Certo, con questo metodo sei leggermente più coinvolto nel processo. Prima c'era qualcuno che spruzzava cloropropham, ma ciò comportava anche spese aggiuntive. Ora tutto ciò che dobbiamo fare è garantire che il generatore di etilene sia in funzione. E' molto semplice".

Contatti:
Dirk Garos
Restrain
Tel.: +31 653869221
Email: dirk.garos@restrain.eu.com 
Web: www.restrain.eu.com 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto