Avvisi









Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Coldiretti Puglia: caro prezzi con addio a un frutto su tre

Addio ad un frutto su tre con il crollo del raccolto di frutta estiva, con la perdita fino al 80% di ciliegie in Puglia per colpa di gelate e trombe d'aria, che è destinato ad avere effetti sui prezzi al consumo. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base delle previsioni sul raccolto di frutta in tutta Europa di Europêch per il 2020.

Si stima una produzione di pesche e nettarine ridotta del 28% e il quantitativo di albicocche – aggiunge Coldiretti - che risulta più che dimezzato rispetto allo scorso anno (-56%).

"Si registrano tensioni sui prezzi dei beni alimentari che hanno fatto segnare un aumento medio del 3%, ma con punte che raddoppiano per i prodotti freschi. A pesare è la situazione climatica avversa che ha tagliato le produzioni sulle quali gravano i maggiori costi a carico delle aziende per garantire le misure di sicurezza anti-Covid e le preoccupazioni per la carenza di lavoratori per le raccolte che potrebbe comportare ulteriori perdite a carico dell'offerta delle produzioni agricole", afferma Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

Per questo al Mercato contadino di Lecce, per rispondere alla crescita della domanda al consumo di frutta e ortaggi al prezzo giusto, gli agricoltori di Campagna Amica hanno puntato in Piazza Bottazzi su insalate, cicoria otrantina, bietole, spinaci, cicorie selvatiche, peperoni gialli, verdi e rossi, finocchi, cavolfiori, broccoli, ravanelli, zucchine con fiore e senza, melunceddhe (cocomeri/caroselli), fave verdi, piselli verdi, carote, fagiolini, sedano, pomodori insalatari, pomodori rossi a grappolo, carciofi, patate, melanzane, meloni gialli, quelli retati, fragole, nespole.

Una situazione drammatica nelle campagne destinata ad avere ulteriori e pesanti effetti anche sull'andamento dei prezzi per i consumatori che hanno fatto già registrare sugli scaffali incrementi che vanno dal +8,4% frutta al +5% per la verdura ad aprile secondo l'analisi Coldiretti su dati Istat.

Ai pochi centesimi riconosciuti agli agricoltori la forbice si allarga a dismisura al consumo – denuncia Coldiretti Puglia - come per esempio per i caroselli che da 1,20 euro al chilo nei campi il prezzo schizza a 3,80 euro al dettaglio con una forbice che segna il +217%, i carciofi con prezzi al dettaglio del +591% rispetto ai campi, fino ai broccoli con una forbice del 400%.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto