Pietro Ciardiello: "Bisogna rafforzare la filiera italiana del melone puntando sul retato che marca la fetta"

La Coop Sole incrementa i volumi e le superfici destinate a melone

"Per l'attuale campagna, contiamo di movimentare 5000 tonnellate di meloni e pensiamo di terminare circa un mese più tardi rispetto allo scorso anno, arrivando intorno al 10 settembre. Anche le superfici investite a melone sono incrementate di circa il 10%; si pensi che, per la precedente campagna cucurbitacee, quindi intendo anche angurie e zucche, oltre ai meloni, abbiamo movimentato in totale 6000 tonnellate". Così dichiara Pietro Paolo Ciardiello, direttore della Coop Sole di Parete, in provincia di Caserta.

Carlo Coscetta ( resp. magazzino), Pietro Paolo Ciardiello (direttore Coop Sole) e Mario Vicario (agronomo)

"La campagna del melone retato che marca la fetta è cominciata, per la cooperativa, già da 10 giorni con un anticipo di circa una decina di giorni rispetto alla precedente annata. Il melone sta ricevendo un buon riscontro da parte del mercato. Siamo soddisfatti per il lavoro svolto finora, per le quotazioni che sta spuntando e per l'ottima qualità (elevato °Brix) del prodotto che ci contraddistingue".

Pietro Ciardiello pone l'accento in particolare sui partner della cooperativa, esprimendo loro immensa stima: "Cresciamo anche grazie alle consolidate collaborazioni e ai rapporti di reciproca stima e affidabilità con le aziende Don Camillo e Cà Nova, alla quale destiniamo il prodotto biologico. Insieme potremmo rafforzare e valorizzare la filiera del melone italiano".

In Cooperativa Sole, l'ampliamento del parco varietale è un must, tant'è vero che il direttore sostiene: "Nel lungo periodo, lavoriamo sul retato che marca la fetta con le cultivar Gaudio, Django e 5448 e per il bio con Kabajon, pianta molto rustica adatta alle nostre esigenze produttive. Stiamo testando circa una ventina di cultivar, alcune prove ci hanno fornito già numeri interessanti".

"Per il prossimo anno – prosegue Ciardiello – rinnoveremo anche la gamma varietale del Bio, per una maggiore differenziazione". Infatti la produzione di melone in regime biologico riveste un 15% di quella totale, mentre la quota di meloni certificati a residuo zero rappresenta circa il 35%".

"In più, stiamo sperimentando anche varietà di melone liscio con polpa arancione, per rinnovare l'assortimento futuro. Siamo alla continua ricerca di cultivar con elevato °Brix e shelf-life, ponendo le richieste del consumatore al centro delle nostre scelte".

In conclusione, Ciardiello si concede un commento sulla manodopera, dicendo: "La filiera italiana d'eccellenza parte dalla campagna, dove vede le maestranze a lavoro. Non c'è eccellenza senza manodopera specializzata. E' vero che questa è da sempre una seria problematica che affligge il nostro settore, ma avere operai in agricoltura significherebbe dare certezza a un comparto che di incertezze ne ha tante. Noi siamo fortunati ad avere in azienda operai che lavorano con noi da innumerevoli anni".

Contatti
Cooperativa Sole
Via della Repubblica n. 70
81030 Parete (Ce)
Tel.: (+39) 081 5036887
Fax: (+39) 081 5035111
Email: info@coopsole.it
Web: www.coopsole.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto