Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Gravi perdite minacciano le esportazioni di frutta ungherese

Flessione del raccolto di susine del 70-80 per cento

In gran parte dell'Ungheria, nelle ultime settimane le temperature notturne sono scese sotto zero. Questo ha avuto un forte impatto sullo sviluppo delle drupacee. "Ci aspettiamo già un calo dei raccolti di susine del 70-80% rispetto all'anno scorso", riferisce un esportatore dell'Ungheria meridionale che rifornisce soprattutto clienti tedeschi e austriaci.

Normalmente, a partire da giugno, le susine ungheresi arrivano sempre più spesso sul mercato tedesco e austriaco. Quest'anno ci saranno carenze confermate e persino colli di bottiglia nell'approvvigionamento all'inizio della stagione. Anche le amarene, il secondo pilastro dell'industria ungherese delle drupacee, potrebbero essere in carenza, secondo l'operatore. "Qui le perdite previste sono un po' più contenute, ma secondo le aspettative, il gelo notturno porterà a una diminuzione del 20-30% del raccolto".

Peperone: nessun cambiamento per ora
A differenza delle drupacee, gli ortaggi sono stati finora risparmiati dal gelo. Per il momento non è osservabile alcun cambiamento per i peperoni, l'ortaggio da esportazione più importante dell'Ungheria. "Ci aspettiamo ancora una crescita normale e una stagione nella media, a partire da luglio".


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto