Le mele turche ottengono l'accesso al mercato thailandese

I produttori turchi di frutta stanno entrando nel mercato thailandese delle mele, che esprime un valore da 210 milioni di dollari, con l'intenzione di ampliare le loro nuove opportunità di mercato in Asia dopo aver iniziato ad esportare ciliegie in Cina l'anno scorso. Gli esportatori in cerca di nuovi mercati e che recentemente si sono aperti all'Asia orientale hanno iniziato a ricevere gradualmente un feedback positivo, come per esempio l'approvazione all'accesso sul mercato della Thailandia.

Secondo i rappresentanti del settore, l'approvazione della Cina alle importazioni di ciliegie turche ha aperto la strada a ulteriori esportazioni di frutta verso il mercato asiatico.

Il presidente dell'Associazione degli esportatori egei di frutta e verdura fresca Hayrettin Uçak ha dichiarato che i funzionari del Ministero dell'Agricoltura e delle cooperative hanno supervisionato il processo e hanno dato l'approvazione ai produttori turchi, osservando che le notifiche su questioni come il metodo di spedizione, i requisiti orticoli, i sistemi di monitoraggio e di imballaggio saranno spediti separatamente dal ministero e informeranno gli esportatori turchi per quanto riguarda i requisiti richiesti

Uçak ha osservato che la Thailandia, che importa 210 milioni di dollari di mele all'anno, ha un grande potenziale per gli esportatori della Turchia, che hanno già effettuato spedizioni per un valore, nel 2019, di 90 milioni di dollari.

Uçak ha indicato anche che alle esportazioni di mele in Thailandia potrebbero seguire pure quelle di altri frutti, come le ciliegie. Attualmente, le ciliegie turche si esportano in Cina e in Corea del Sud e Uçak ha ulteriormente sottolineato che le mele sono preferibili per l'esportazione in Thailandia, per via dell'alto prezzo unitario a Bangkok. Inoltre, la conservabilità del frutto permette di esportarlo all'estero mediante il trasporto marittimo.

Secondo il sito web dailysabah.com, il mercato dell'Asia orientale in generale ha un grande potenziale per la frutta turca e aggiunge che ci sono ulteriori progetti in corso in Asia orientale e sudorientale, relativi in particolare al commercio con la Cina, la Corea del Sud, la Malesia e Singapore.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto