Mart Valstar (Best Fresh) sull'impatto del Coronavirus sul settore ortofrutticolo

Un'agenda vuota che diventa stranamente rilassante

Di recente, il direttore della Best Fresh, Mart Valstar, ha redatto aggiornamenti settimanali circa la situazione determinata dalla pandemia da Coronavirus. Il rapporto è stato destinato ai suoi colleghi dei Paesi Bassi: aziende come ABC Logistics, Bioworld, Eminent, Sous Fresh, Valstar e Yex, che fanno parte della Best Fresh. Ma questa settimana è stata l'ultima. "Penso che sia ora di smettere, con i report. Lo shock maggiore è finito; ora è questa la nuova normalità".

Tuttavia, questa "nuova normalità" avrà diverse conseguenze importanti, afferma Valstar. "Le restrizioni verranno gradualmente allentate. E la società troverà sempre più un modo per andare avanti. Ma è stata una grande battuta d'arresto e dobbiamo ricostruire molte cose da capo. Dobbiamo anche affrontare alcune incertezze. La più grande delle quali è per l'appunto questo virus".


Mart Valstar

Alla domanda su quali siano i possibili effetti a lungo termine della pandemia, il manager della Best Fresh dice: "Mi aspetto meno code, in strada. Anche l'e-commerce potrebbe decollare. Tuttavia, mi attendo una differenza tra le modalità di vendita B2B e B2C. Penso che molti consumatori adesso stiano ordinando online, per motivi di sicurezza. Preferiscono non recarsi al supermercato, ma questa situazione si stabilizzerà col tempo. Aumenteranno gli spostamenti nei negozi. Le linee di imballaggio in plastica stanno tornando a funzionare a pieno ritmo, ma non è così sorprendente: le persone vogliono prodotti puliti, non toccati da altri. Ma penso che questo condizionamento comporterà solo un cambiamento temporaneo".

"Nelle ultime settimane, si è notato come il settore della vendita al dettaglio sia decollato. Gli altri canali sono rimasti indietro. Questo su tutti i livelli. I supermercati sono stati in grado di trarre profitto dalla situazione. E giustamente. Hanno lavorato duramente, per farlo. Allo stesso tempo, il settore dell'ospitalità sta soffrendo. Anche loro meriterebbero di guadagnare. Molti ristoranti sono passati al take-away, ma si stima che recupereranno solo una parte delle loro entrate. E con un margine basso. Trovo difficile stimare l'entità degli effetti a lungo termine sul settore dell'ospitalità".

"Anche il lavoro da casa dovrà essere approcciato in maniera diversa. Noi, come settore, potremmo essere un po' obsoleti riguardo a questo. Negli ultimi anni, abbiamo investito in modo significativo nel nostro sistema ICT. In realtà, però, si è rivelato troppo costoso. In questo periodo, tuttavia, ha dimostrato tutte le sue capacità. Funziona perfettamente, anche da casa. Abbiamo rapidamente consentito a gran parte del nostro personale di lavorare da casa", spiega Mart.

"Ora i nostri dipendenti possono tornare di nuovo a lavorare in azienda, purché lo facciano secondo le regole stabilite dal Dipartimento della salute olandese. La differenza tra coloro che preferiscono lavorare da casa e quelli che vogliono tornare in l'ufficio il più rapidamente possibile dipende anche dalle circostanze nelle quali si svolge il lavoro da casa".

Nelle ultime settimane, Mart stesso si è recato ogni giorno in un ufficio quasi vuoto. "Per alcune settimane, la mia agenda degli appuntamenti è rimasta vuota. Ho scoperto che - nonostante tutte le limitazioni - ciò era straordinariamente piacevole. Mi ha fatto pensare al passato. Il tuo lavoro lo terminavi quando tornavi a casa. Oggi ci sono così tante altre cose che riguardano il lavoro, che non riesci mai a staccare. In questo senso, queste ultime settimane sono state rilassanti. Non ci ho mai pensato davvero, ma, a quanto pare, le strade vuote aiutano un po'. La sfida per me è quella di salvare il buono di questa situazione. Ed è quello che sto facendo".

Anche le aziende della Best Fresh hanno subito molti danni. "La principale preoccupazione della Eminent è che una parte importante del suo fatturato possa andare perduto, visto che si sviluppa nel settore dell'ospitalità, dove c’è stato il calo maggiore. Questo vale in misura minore per la Sous Fresh perché fornisce anche i grossisti tradizionali. Allo stesso tempo, le restrizioni sul trasporto aereo delle merci si stanno facendo sentire. E lo notiamo, tra l'altro, dai flussi di importazione dei frutti esotici della Yex e dalle vendite di ortaggi all'estero della Valstar", spiega Mart.

"Tuttavia, mi rendo pienamente conto che siamo un settore in cui si procede ancora abbastanza bene. Ci sarà ancora molta sofferenza negli ospedali e nelle case di cura e di riposo. Una situazione difficile da capire, se non si è coinvolti. E' anche importante per i nostri colleghi della floricoltura che le loro piante e fiori ritornino nelle aste. Anche i prezzi devono aumentare, ma ci vorrà del tempo. E' essenziale che l'intero settore orticolo sia di nuovo operativo".

La Valstar ha molto apprezzato l'approccio del governo. "L'aiuto offerto è straordinario, ma bisognerà vedere come funzionerà. Le cose diventeranno solo più complicate, considerate tutte le nuove misure prese. Ma lo sforzo del governo è comunque da elogiare. Questo è vero anche per organizzazioni sindacali dei datori di lavoro, come la VNO NCW e la GroentenFruit Huis. Sono stati i nostri salvatori, in questo momento di crisi. Un ultimo desiderio per i miei colleghi del settore? Che restino tutti in salute. E mangiassero più verdure!".

www.bestfreshgroup.com


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto