La performance di Rewe nel 2019 consente ottimismo per la crisi Covid-19

Rewe, il secondo più grande grossista tedesco di generi alimentari, ha aumentato anche lo scorso anno in modo significativo introiti e utili. Ciò rende ora più facile per il gruppo fronteggiare le sfide causate dalla pandemia da Coronavirus, riferisce il CEO di Rewe, Lionel Souque, in occasione della presentazione dei dati di bilancio per il 2019, vista "l'ottima situazione economica" del gruppo.

Nel complesso, il gruppo di cooperative commerciali e turistiche - con sede a Colonia - ha aumentato lo scorso anno le vendite ai clienti del circa 2,5%, raggiungendo un importo pari a 62,7 miliardi di euro. Una crescita particolarmente forte è stata nuovamente raggiunta dai rivenditori indipendenti di Rewe presenti in oltre 1.800 punti vendita in Germania. Questi ultimi hanno addirittura aumentato le loro vendite del 9,1%. L'utile di esercizio del Gruppo Rewe, escludendo il profitto dei rivenditori indipendenti e degli investimenti azionari, è cresciuto del circa 18%, raggiungendo un volume di affari pari a 507 milioni di euro.

Tuttavia, l'attività tedesca del discounter Penny ha registrato un andamento significativamente peggiore rispetto al resto del Gruppo. Qui il fatturato è aumentato solo dello 0,1%, per un valore di 7,6 miliardi di euro. Nel 2019 il ricavo delle vendite consolidate nel settore turistico è aumentato dell'1,6 % per un valore di 5 miliardi di euro.

Fonte: ICE BERLINO


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto