L'Ecuador approva l'accordo commerciale con l'EFTA

Dopo l'approvazione della Corte Costituzionale, il 21 aprile 2020 la sessione plenaria dell'Assemblea ha elaborato l'Accordo di associazione economica tra l'Ecuador e l'Associazione europea di libero scambio (EFTA), detto anche Accordo europeo di libero scambio (EFTA).

La procedura si baserà sul rapporto presentato dalla Commissione delle relazioni internazionali, le cui conclusioni sono che, grazie alla sua dimensione di mercato e al potere d'acquisto del consumatore, l'EFTA è un partner commerciale di grande importanza per il paese. Secondo il rapporto, questo strumento permetterà all'Ecuador di integrare il quadro preferenziale per accedere all'intero mercato europeo.

L'EFTA è composta da quattro membri: Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera che, insieme, hanno un PIL di oltre 400 miliardi di dollari e una popolazione di 12 milioni di abitanti, rapporto che rappresenta il livello più alto di reddito pro capite di tutti i gruppi commerciali esistenti.

I negoziati dell'accordo sono iniziati il 22 marzo 2012 e si sono conclusi con la firma dell'Accordo di associazione economica inclusiva tra la Repubblica dell'Ecuador e l'Associazione europea di libero scambio il 25 giugno 2018.

La firma di questo strumento internazionale integra l'accordo multipartitico che il Paese ha firmato con i Paesi dell'Unione Europea nel 2016 e in vigore dal 2017.

Come ha precisato il Ministro della produzione, del commercio estero, degli investimenti e della pesca, Ivan Ontaneda, il principale prodotto ortofrutticolo di esportazione dell'Ecuador per il mercato EFTA è la banana.

Il funzionario ha dichiarato che l'accesso immediato è stato ottenuto con una tariffa dello 0% per praticamente tutta l'offerta di esportazione ecuadoriana. Allo stesso modo, il paese ha concesso ai prodotti dell'EFTA lunghi periodi di sgravio che dipendono dalla loro sensibilità. Egli ha anche dichiarato di aver negoziato meccanismi di difesa commerciale in modo da poter imporre una salvaguardia bilaterale in caso di aumento delle importazioni che interessino l'industria locale.

Fonte: expreso.ec 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto