La testimonianza di un operatore italiano di base a Barcellona

Migliorano i collegamenti logistici Spagna-Italia

La Spagna è il Paese europeo più colpito dal Coronavirus dopo l'Italia, con quasi 40.000 contagiati. L'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato che, in Europa, la pandemia ha registrato un'accelerazione. Le conseguenze dell'epidemia ricadono su tutte le attività. Per il settore ortofrutticolo, al momento la Grande distribuzione è il principale canale di commercializzazione.

"I mercati all'ingrosso faticano parecchio, considerando anche i problemi logistici e di approvvigionamento – dichiara Giuseppe Iacovazzo, operatore italiano con base in Spagna – Trovare i mezzi per il trasporto è stato sempre complicato fino alla settimana scorsa. Qualche camion in arrivo dall'Italia ha aiutato. Ma molti autisti si rifiutavano di viaggiare. E i prezzi sono saliti a dismisura: si è arrivati anche a 5.000-7.000 euro a spedizione. Questa settimana, per fortuna, la situazione della logistica è decisamente migliorata. Ora registriamo una maggiore regolarità".

"In Italia cominciano a mancare agrumi. Quindi in Spagna si registra un'impennata della richiesta, da parte dell'Italia ma anche di altri Paesi. Gli ordini sono aumentati vertiginosamente. A farla da padrone sono i supermercati. I prezzi delle arance sono aumentati in una settimana da 0,45 a 0,65-0,70 euro". 

Secondo quanto riportato da Giuseppe, la lattuga Iceberg è passata da 3,50 euro/cartone a 8,00-9,00 euro fino alla settimana scorsa, per poi crollare di nuovo intorno ai 4,00 euro/cartone negli ultimi giorni. "Le cipolle sono passate da 0,23 euro a 0,40-0,45 euro/kg. Le patate sono più difficili da reperire e mostrano prezzi più elevati rispetto al prodotto italiano. C'è molta richiesta di peperoni California. Gli ananas sono in ribasso come in Italia: dopo un mese di prezzi alti, ora sono ai minimi".

In questa settimana, inoltre, si sta procedendo alla raccolta delle prime nettarine, pesche e albicocche super precoci, ma i volumi sono davvero limitati. "In offerta abbiamo anche nespole: siamo nell'ordine dei 2,50 euro/kg per il prodotto di qualità extra, mentre la seconda categoria si vende intorno a 1,50-1,60 euro/kg".

Infine, Giuseppe sottolinea che si stanno movimentando buoni volumi di zucca. "Un po' tutte le varietà e dimensioni. I prezzi si aggirano su 0,63 euro/kg per la lunga grossa e 0,68 euro/kg per la tonda".


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto