Avvisi







Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Rallentamento nell'export delle mele cinesi

La situazione sul mercato cinese delle mele è tutt'altro che ideale, al momento. Lo scorso anno, in questo periodo, si era avuta una carenza di frutta nei magazzini, il che aveva fatto salire il prezzo, con la soddisfazione dei commercianti di mele. Quest'anno, invece, le condizioni sono molto diverse. Il mercato ha sofferto di un eccesso di fornitura, che ha depresso il prezzo.

Di recente, il Sig. Zhao della Fortune Land International si è espresso sulle condizioni attuali del mercato cinese delle mele: "Nel 2018, il volume di produzione delle mele era diminuito e in molti ci guadagnarono. Nel 2019, il volume è stato invece molto abbondante. Coloro che avevano fatto enormi profitti nel 2018, hanno affrettatamente acquistato e immagazzinato grandi quantità di mele, durante la stagione del raccolto. Ciò ha aumentato il costo dello stoccaggio. Tuttavia, quando è iniziata la nuova stagione delle vendite, i volumi movimentati a livello nazionale e internazionale sono stati deludenti. Lo scoppio dell’epidemia da Coronavirus ha anche avuto un forte impatto sul mercato cinese delle mele. Molti commercianti che avevano frutta stoccata nei depositi refrigerati, non hanno trovato canali di vendita per scaricare le loro scorte. Al momento, il mercato delle mele risulta rallentato. Inoltre, la qualità generale dei frutti non è fantastica, quest'anno. Anche se ci sono ancora delle mele di alta qualità".

Oltre alle vendite sul mercato interno, ogni anno vengono esportati grandi volumi di mele cinesi in altri Paesi. L'attuale epidemia da Covid-19, tuttavia, ha un grave impatto sul mercato delle esportazioni.

Secondo Zhao: "Esportiamo principalmente mele in Indonesia, Filippine, Malesia, Thailandia, Singapore e Bangladesh. Tuttavia, le attuali condizioni di mercato non sono favorevoli. I canali di distribuzione ci sono, ma le vendite sono difficili. Ad esempio, l'Indonesia ha fissato delle quote massima alle importazioni e il nemmeno il volume della richiesta da parte di altri mercati è granché. L'India non importa mele e pere dalla Cina e ciò non allevia la pressione sul mercato cinese. L'anno scorso, dall'India sono arrivati dei team per ispezionare i meleti cinesi. Tuttavia, per motivi politici, il governo indiano non ha ancora aperto il suo mercato all'importazione di questi frutti. La velocità di vendita è molto bassa. In condizioni normali, esportiamo 20-30 container alla settimana; al momento siamo scesi a solo 7 o 8 a settimana. Credo che il prezzo delle mele potrebbe crollare".

Oltre alle mele, Zhao esporta anche meloni, pere, uva, susine, limoni, aglio, zenzero, carote, cipolle e mandarini. "Le nostre uve da tavola rosse non sono ancora arrivate sul mercato. La nuova raccolta, proveniente dai vigneti dello Yunnan, sarà in commercio non prima della fine di giugno. Le uve da tavola dello Shaanxi seguiranno ad agosto. Le ultime uve da tavola ad arrivare sul mercato sono quelle da Dunhuang e Xinjiang a settembre. La nuova raccolta delle pere entra sul mercato a maggio. Le condizioni commerciali delle pere sono abbastanza buone, quest'anno. Il volume di produzione è piuttosto abbondante, ma le vendite procedono regolarmente. La fornitura rimanente è molto scarsa. Le riserve delle pere Ya, in particolare, stanno terminando. Abbiamo molte scorte e la qualità del prodotto è alta. Speriamo di trovare clienti in tutto il mondo disposti a collaborare con noi".

Per maggiori informazioni:
Zhao
Fortune Land International
Tel.: +86 18653129057
WhatsApp: +86 18653129057
WeChat: +86 18653129057


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto