Avvisi







Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Progetto Noccioleti Italiani Loacker: nel 2019 -91% di emissioni di CO2 nelle tenute toscane

Loacker, azienda altoatesina specializzata nella produzione di wafer e specialità al cioccolato, è lieta di annunciare il conferimento di un importante riconoscimento che conferma l'impegno dell'azienda nel garantire la sostenibilità dei propri progetti. Il certificato EcoMethod conferito dalla BMS Mico-Nutrients, azienda belga leader nella concimazione fogliare delle colture, attesta che nella stagione 2019 nelle Tenute Corte Migliorina e Collelungo Loacker, grazie alla nutrizione fogliare è riuscita a ridurre le emissioni di CO2 del 91,34% rispetto alle concimazioni tradizionali (riferito al Disciplinare di Produzione Integrata Lazio).

Loacker, rispondendo così anche alle normative indicate dalla nuova Politica Agricola Comunitaria (PAC) in merito alla realizzazione di un'agricoltura ecosostenibile, ha aderito all'iniziativa della compagnia belga BMS Micro-Nutrients impiegando la tecnica EcoMethod nelle proprie aziende agricole in Toscana (Tenute Corte Migliorina e Tenuta Collelungo), vero e proprio cuore del progetto a lungo termine Loacker "Noccioleti Italiani".

L'innovativo metodo di concimazione per via fogliare, anziché per via radicale come abitualmente previsto, favorisce una notevole riduzione delle quantità di concime da distribuire, sfruttando le maggiori capacità di assimilazione delle foglie.

Questo metodo, inoltre, permette di non spargere fertilizzante nel terreno, evitandone l'eventuale dispersione nelle falde acquifere, e di ridurre la movimentazione dei concimi e la conseguente produzione di CO2.

La certificazione EcoMethod rappresenta un traguardo importante nell'impegno di Loacker verso la sostenibilità del progetto "Noccioleti Italiani", realizzato con l'obiettivo di sviluppare una filiera per la produzione di nocciole 100% Made in Italy con garanzia di qualità e tracciabilità e soddisfare, così, il proprio fabbisogno di nocciole, una delle materie prime più importanti per l'azienda altoatesina.

Il progetto "Noccioleti Italiani" è iniziato operativamente nel 2015 proprio in Toscana, con la messa a dimora dei primi ettari nelle due aziende agricole di proprietà Loacker, Tenuta Corte Migliorina, nel comune di Orbetello, e Tenuta Collelungo, nel comune di Roccastrada. Ad oggi in Toscana sono stati impiantati circa 240 ettari.

Il piano pluriennale portato avanti in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che affianca gli agricoltori coinvolti offrendo una linea di credito dedicata alla riconversione dei terreni e la messa a dimora di nuovi impianti produttivi, prevede anche l'individuazione e lo sviluppo di nuove superfici per la coltivazione delle pregiate nocciole italiane.

Per questo oltre alla coltivazione propria, Loacker ha avviato delle colture a contratto in collaborazione con agricoltori di diverse regioni italiane, tra cui Veneto, Umbria e Marche. Gli aderenti al progetto possono usufruire di una serie di servizi di supporto tecnico-organizzativo necessario per la creazione e la cura degli impianti e il ritiro dell'intero raccolto a lungo termine.

"Per Loacker l'attenzione all'ambiente ed il rispetto della natura sono due concetti base della filosofia aziendale - afferma Maurizio Furlan, direttore Tenute Nocciole Loacker - Per questo motivo l'ottenimento della certificazione Ecomethod, che attesta una forte riduzione di emissioni di gas serra e di apporti di concime minerale al terreno, rafforza ulteriormente la sostenibilità del progetto Noccioleti Italiani Loacker".


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto