Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Yntze Buitenwerf, Seatrade Reefer Chartering

Situazione dei container refrigerati ancora congestionata

A febbraio, abbiamo pubblicato un articolo sull'effetto del Covid-19 / Coronavirus sul mercato dei reefer in Europa. Allora, l'8% di tutti i container refrigerati disponibili a livello globale, erano bloccati in Cina. Com'è la situazione sul mercato adesso?

Gli ultimi rapporti dell'Asia orientale mostrano che alcune aziende stanno lentamente tornando in attività, ma non ovunque. Il consumo sta gradualmente aumentando. Questo secondo Juri Falandt, dell'azienda olandese Milestone. "Si prevede che ci vorranno almeno altre due o tre settimane prima che la produzione entri nuovamente a pieno regime. Tuttavia, per ora, c'è ancora un'enorme carenza di camionisti".

"I camionisti sono necessari per il trasporto di merci da e verso l'entroterra e il porto. Le compagnie di navigazione hanno già annullato molti viaggi senza carichi. Al momento, è ancora relativamente facile prenotare i container, ma diventerà più difficile nelle prossime settimane, quando la produzione tornerà alla normalità e tutti cercheranno di recuperare il gap. Nelle prossime settimane ci sarà una nuova pressione su tariffe e spazi disponibili".

La congestione è, pertanto, tutt'altro che terminata. Yntze Buitenwerf della Seatrade è d'accordo. Nel citato articolo precedente, egli stimava che circa 120.000 reefer fossero bloccati nei porti cinesi. Tale cifra è stata ora aggiornata a 200.000, circa il 13% del numero totale di container refrigerati del mondo. "Tutti questi container sono ancora nei terminal portuali in Cina e nei Paesi circostanti."

"Lì ai terminal, le navi portacontainer non hanno avuto altra scelta, se non quella di scaricare. Alcune navi, invece, sono ancora completamente cariche, perché non c'è posto dove scaricare, nemmeno temporaneamente. Gli operatori devono anche mettere in conto che i reefer che si trovano appoggiati nei porti sbagliati devono ancora tornare indietro. Oltre al fatto che i porti devono svolgere anche le loro attività a livello locale".

La carenza sul mercato dei reefer è dovuta anche alla mancanza di capacità di trasporto di questi container. Più prodotti vengono trasportati in questi contenitori. Sono disponibili meno attrezzature nuove o in leasing, secondo un armatore. Tutti questi fattori hanno delle ripercussioni nelle tariffe attualmente applicate sul mercato.

Difficilmente si trova un reefer
"La scorsa settimana, è stata la prima volta che abbiamo potuto verificare realmente le carenze sul mercato. Le navi portacontainer provenienti dall'Asia non avevano quasi nessun container refrigerato vuoto a bordo. Io, per esempio, conosco clienti che, a al momento, dispongono solo di un 25% rispetto al numero di reefer necessari per il trasporto delle loro merci", afferma Ynte.

"Non tutti questi problemi saranno risolti, una volta che il mercato cinese riprenderà a pieno ritmo. Ci vorranno mesi. Tutti i reefer dovranno essere distribuiti sui mercati europei e nordamericani. Il primo cambiamento strutturale tangibile si verificherà almeno tra otto settimane. Inoltre, le grandi compagnie di trasporto container hanno problemi di flussi di cassa molto meno gravi. In un mercato interessante, potrebbero iniziare ad applicare tariffe più elevate sui loro reefer, quindi non solo queste carenze avranno ripercussioni a lungo termine sul mercato, ma dobbiamo sicuramente aspettarci che continueranno a esserci questi prezzi più alti".

Calamari
Yntze prevede un altro sviluppo sul mercato, oltre al Coronavirus, che dovrebbe essere preso in considerazione dagli operatori. Attualmente, intorno alle Isole Falkland si stanno catturando enormi quantità di calamari. "Potrebbe essere paragonato a un raccolto record nel settore ortofrutticolo. Tuttavia, per le catture sono necessarie le nostre navi. I pesci devono essere portati a destinazione. Non ci sono container refrigerati nel vicino grande porto di Montevideo, in Uruguay. Di conseguenza, alcune delle nostre navi rimarranno fuori dalla possibilità di essere noleggiate per almeno sei mesi".

Consapevolezza
Nonostante le attuali difficoltà, Buitenwerf ha notato che questa situazione ha provocato un cambiamento nella consapevolezza del settore sui vantaggi delle navi refrigerate (ormai quasi un ricordo del passato, essendo state ampiamente rimpiazzate proprio dal sistema dei container refrigerati, NdR). "Questo è un vantaggio, in questo periodo di crisi, nonostante tutte le sfide. Il settore del commercio ha capito che il mercato dei container presenta alcuni rischi. Ad esempio, quelli di noi con navi reefer possono rispondere meglio alle attuali esigenze del mercato".

"Pensiamo agli agrumi marocchini o alle ciliegie cilene, per esempio. Una compagnia di spedizioni di container deve portare tutta la sua attrezzatura in quei Paesi. E' importante comprendere che le linee di container trasportano... container, appunto! Alla fine, però, quello che dobbiamo spedire è il carico, non il container. Una nave portacontainer con nessun carico a bordo è perfettamente inutile!".

Per maggiori informazioni:
Yntze Buitenwerf
Seatrade Reefer Chartering
Tel: + (32) 3 544 9493
Email: Yntze.buitenwerf@seatrade.global
Website: www.Seatrade.com 

Milestone Fresh
Tel: +31 (0) 886 220 470
Email: fresh@milestonefresh.nl   
Website: www.milestonefresh.nl


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto