Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Charles Gantz (Anlin Shipping)

La carenza di container non colpira' le attivita' portuali in Sudafrica

Per il momento le attività portuali in Sudafrica non sono state particolarmente intralciate dalla carenza di container, non più di quanto non lo siano state dal famoso vento da sud-est di Città del Capo che, circa tre settimane fa, ha causato uno stop di diversi giorni, o dalle chiusure delle strade comunali attorno al terminal dei container di Durban la settimana successiva. Ma l'industria si sta chiedendo quanto durerà questa situazione. I container vuoti arrivano sporadicamente e, quando accade, i carichi vengono talvolta divisi tra navi.

I produttori di susine, che hanno ancora circa un mese davanti per le varietà tardive, sperano di ritirarle prima che inizino a manifestarsi delle carenze acute, mentre l'industria dell'uva da tavola è sollevata perché è in dirittura d'arrivo.

L'industria agrumicola potrebbe subire un forte impatto
"Quello che stiamo vedendo ora è la punta dell'iceberg", afferma Charles Gantz della Anlin Shipping. I loro reefer speciali saranno esenti da possibili carenze di container in futuro.

"Stiamo ancora caricando da 5.000 a 6.000 pallet a settimana, durante la stagione agrumicola. Il nostro servizio va avanti. Penso che ci vorranno dai quattro ai sei mesi affinché l'industria navale si riprenda completamente dalle attuali e potenziali future interruzioni, e per allora la stagione degli agrumi sarà finita".

Pallet caricati su una speciale nave reefer 

Ganz vorrebbe che la maggior parte dell’industria frutticola sudafricana provasse il loro servizio, la loro eccellente gestione del rischio da danni provocati dal freddo è sostenuto dalla Citrus Research International.

Insieme alle loro spedizioni russe su una speciale nave reefer, c'è un 5% delle spedizioni europee in Sudafrica. "E' sulla stessa linea, quindi abbiamo spazio e la capacità e non ci faremo influenzare da una possibile carenza di container".

La carenza acuta potrebbe svilupparsi a Durban
Ganz è scettico sull'affermazione che ci sia una sufficiente disponibilità di container per i mesi a venire; prevede che la carenza si svilupperà in particolare a Durban.

Egli consiglia agli esportatori di contattare i depositi locali di container, e le stesse linee di container, e chiedere se ce ne sono a sufficienza.

"Bisogna tener presente che i container vuoti ora devono tornare dalla Cina per entrare nella rotta nord-sud, che significa indietro in Europa, perché al momento c'è poco movimento commerciale tra Cina e Sudafrica. Diversamente rimangono fermi nei centri di trasbordo".

Solo il 5% dell'industria frutticola sudafricana utilizza attualmente l’opzione della speciale nave reefer verso l’Europa. Questo potrebbe essere l'anno in cui la percentuale aumenterà, per necessità.

Per maggiori informazioni
Charles Gantz
Anlin Shipping
Tel.: +27 82 887 2911
Email: charles@anlin.co.za
Web: www.anlin.co.za


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto