Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Citrus Market Outlook Forum 2020

Il 2019 e' stato un anno record per l'esportazione degli agrumi australiani

Il 2019 è stato un anno record per l'export australiano: per la prima volta sono state esportate oltre 300mila tonnellate di agrumi per un valore di oltre 500 milioni dollari, con Cina, Giappone e Hong Kong a fare la parte del leone. E' quanto scaturito durante il Citrus Market Outlook Forum 2020.

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.

Il direttore generale dello sviluppo del mercato, David Daniels, ha dichiarato ai delegati che il mercato cinese è in continua crescita e, sebbene nel 2019 ci sia stata solo una crescita moderata rispetto all'anno precedente, ciò si deve al profilo dei frutti prevalentemente al di fuori della gamma di calibri commercializzabili.

"Tuttavia, è bello vedere che la Cina è un po' meno esigente", ha detto. "Il Giappone mantiene un valore costante di 35-40.000 tonnellate. Una delle grandi sorprese è la Thailandia, dove c'è stato un grande sforzo, soprattutto per i mandarini del Queensland. Penso che sia un risultato del Queensland Citrus Exporters' Group, che ha funzionato per quasi un decennio. Sono le situazioni più singolari che io abbia mai visto, in cui un gruppo di aziende affini raccoglie fondi per fare promozioni volontarie e attività di marketing nel Paese. E sembra stia funzionando".

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.

Le arance hanno raggiunto un volume di oltre 208mila tonnellate di esportazioni totali, per un valore di 315 milioni di dollari (un aumento di circa il 10% rispetto all'anno precedente). I mandarini sono stati gli agrumi che hanno registrato l’aumento più importante rispetto al 2018, il 47%, 90.000 tonnellate, e un valore di 215 milioni di dollari. Limoni, lime e pompelmi hanno complessivamente raggiunto le 5.200 tonnellate, per un valore di 9,6 milioni di dollari.

Sono stati raggiunti notevoli traguardi: le Filippine hanno superato per la prima volta le 10.000 tonnellate, dopo aver ottenuto un importante accesso nella stagione 2012/13, e anche gli Emirati Arabi Uniti hanno superato le 10.000 tonnellate.

"Se Cina, Giappone e Hong Kong assorbono la maggior parte degli scambi, di solito diciamo che 10.000 tonnellate sono un buon mercato", ha affermato Daniels. "Abbiamo poco più di una mezza dozzina di mercati che raggiungono questa cifra, dato che vengono deviati su altri principali. In realtà, esportiamo in 55 mercati diversi ogni anno, ma spesso si tratta solo di un paio di tonnellate qua e là. Gli Stati Uniti sono persino fuori la Top-10. Una volta, un'arancia su tre era coltivata qui e veniva spedita negli Stati Uniti. Ora questo è solo un ricordo".

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto