Dati Ismea dal 10 al 16 febbraio 2020

Mercato stabile per pomacee e kiwi, raccolta fragole estesa alla Campania

Nella seconda settimana di febbraio 2020, il mercato per il comparto delle pomacee e per il kiwi ha mostrato una sostanziale stabilità sia sotto il profilo degli scambi che delle quotazioni. Ancora contenuta l'offerta per le fragole, la cui raccolta questa settimana si è estesa alle aree produttive campane.

Mele da consumo fresco: buon andamento commerciale per il comparto. In aumento, infatti, sono risultati i volumi richiesti a seguito di una domanda proveniente dai mercati esteri interessata all'acquisto. Stabili le transazioni concluse sul fronte interno dove le quantità esitate sono state regolarmente cedute. Le quotazioni sulle differenti piazze monitorate, rispetto alla precedente settimana, non hanno mostrato variazioni. Solo nel veronese per Morgenduft e Golden Delicious, l'immissione sul mercato, di merce dal calibro più sostenuto, ha permesso ai listini di beneficiare di rialzi.

Pere da consumo fresco: le contrattazioni sulle principali piazze di riferimento si sono svolte in un clima di sostanziale stabilità. Sempre più esigue le quote di prodotto per l'Abate Fetel, scambiate regolarmente sia sul circuito interno che estero a fronte di una costante richiesta. Discreta la domanda per la Conference ceduta nell'areale forlivese e modenese sulla base di prezzi in incremento. Su questa piazza un rialzo del listino ha interessato anche la Kaiser.


Clicca qui per un ingrandimento della tabella.

Kiwi: i prezzi hanno evidenziato una sostanziale stabilità. Una flessione delle quotazioni si è registrata solamente negli areali del veronese, in considerazione delle minori richieste pervenute. Sui centri di distribuzione estera, le contrattazioni concluse sono proseguite in un clima di generale calma a fronte di una stabile attività della domanda.

Fragole: al prodotto metapontino già presente sul mercato, si sono affiancate le prime quote di merce proveniente dalle zone precoci campane. Nell'areale casertano, i limitati quantitativi raccolti, hanno presentato una qualità mediamente soddisfacente e, immessi sul circuito distributivo, hanno riscosso un modesto interesse da parte della domanda. I prezzi di esordio si sono posizionati su livelli inferiori a quelli della passata stagione.

Anche per il prodotto di provenienza salernitana i quantitativi avviati sul mercato sono risultati alquanto contenuti. Un profilo qualitativo apprezzabile, unitamente a una buona richiesta, hanno permesso alla merce di essere regolarmente ceduta sulla base di quotazioni in incremento rispetto all'esordio dello scorso anno. Negli areali precoci del metapontino, il calo termico registrato a inizio settimana, ha rallentato la raccolta. Le minori disponibilità esitate sui mercati sia interni che esteri hanno trovato agevole collocamento sulla base di prezzi in incremento.

Fonte: ismeamercati.it


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto