Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Progetto GreenPatrol

Scienziati spagnoli partecipano allo sviluppo di un robot rilevatore di parassiti

Il centro di ricerca spagnolo Tekniker, membro della Basque Research and Technology Alliance (BRTA), partecipa al progetto europeo GreenPatrol, che si concentra sullo sviluppo di un robot mobile autonomo "in grado di rilevare i parassiti nelle piante di una serra nelle sue prime fasi, identificandoli e applicando il trattamento chimico più appropriato sulla base di una strategia definita da esperti".

Il robot mobile, ancora in fase di prototipo, sarà testato in una serra agricola nella città basca di Lezama durante il primo semestre di quest'anno. L'obiettivo è che il progetto "si concluda a luglio di quest'anno con un prototipo pronto per l'applicazione commerciale".

In qualità di partner tecnologico del progetto europeo GreenPatrol, Tekniker è stata responsabile dello sviluppo del sistema di ispezione basato sulla tecnologia Deep Learning, che riconosce i parassiti e permette al robot di decidere e applicare il trattamento chimico più appropriato.

Inoltre, il centro tecnologico ha integrato il braccio robotico nella piattaforma mobile con cui gli impianti vengono gestiti per l'ispezione, tenendo conto della sicurezza delle persone e delle mutevoli condizioni ambientali.

Il centro ha sviluppato tecnologie di intelligenza artificiale per il rilevamento di parassiti nelle piante di pomodoro, l'ispezione della coltura tramite il braccio robotizzato e l'implementazione della strategia IPM (Integrated Pest Management) che permette al sistema di decidere quali piante della serra devono essere analizzate. E' stato inoltre responsabile dell'hardware della piattaforma mobile per la navigazione satellitare e dell'architettura del cloud software che consente di pianificare le traiettorie ed evitare gli ostacoli.

Il consorzio GreenPatrol è composto da sei partner a livello europeo: due centri tecnologici, uno dei quali è Tekniker; un'università e tre aziende industriali. Il progetto è stato finanziato con 2,4 milioni di euro dall'Agenzia GNSS europea nell'ambito del programma Horizon 2020 dell'Unione europea e si concluderà il 30 luglio 2020.

Fonte: Europa Press / lavanguardia.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto